Legge di stabilità 2013: il Governo ha posto la fiducia

Esenzione Irap, maggiorazione dell'addizionale regionale Irpef e tassazione pensioni di guerra sono le ultime novità contenute nel maxiemendamento

di Redazione InvestireOggi, pubblicato il
Esenzione Irap, maggiorazione dell'addizionale regionale Irpef e tassazione pensioni di guerra sono le ultime novità contenute nel maxiemendamento

Legge di stabilità 2013 oggetto di modifiche con il maxiemendamento su cui il Governo ha posto la fiducia. Addizionale regionale Irpef, esenzione Irap e tassazione pensione di guerra sono le novità dell’ultima ora.

La legge di stabilità 2013 è diventata un rebus. Una volta ottenuto il via libera del Senato, che potrebbe arrivare entro il 23 dicembre, il Governo ha posto la fiducia sul maxiemendamento alla legge di stabilità 2013. Vediamo le principali novità dell’ultima ora.

 Esenzione Irap

Il maxi emendamento alla legge di stabilità 2013, depositato dai relatori in Commissione, prevede il taglio di 50 milioni per il 2014, 40 per il 2015 e 50 a partire dal 2016 al fondo Brunetta che serve a finanziare l’esenzione Irap per i piccoli imprenditori.

Addizionale regionale Irpef maggiorata dal 2014

Slitta al 2014 l’obbligo per le Regioni di non applicare ai redditi bassi (quelli fino al primo scaglione), l’addizionale Irpef maggiorata di oltre i 0,5 punti percentuali.

Maxiemendamento legge di stabilità 2013: le altre novità

Mentre in commissione il Governo è stato battuto su un emendamento che prevedeva la restituzione dello ‘sconto’ fiscale, concesso dall’erario alle vittime delle calamità naturali, è stato invece approvato il punto riguardante  il finanziamento delle Università incrementato di 100 milioni per l’anno 2013. Vengono inoltre stanziati altri 52 milioni, per lo stesso anno, per i policlinici degli atenei. Tra gli altri maxi finanziamenti decisi nella legge di stabilità 2013 si sottolinea anche quello concesso a Finmeccanica di 8,4 miliardi di euro, in 16 anni, nonchè un contributo straordinario di un milione di euro, per la celebrazione del secondo centenario della nascita di Giuseppe Verdi, e un contributo di 200.000 euro l’anno per la basilica di san Francesco di Assisi. Inoltre, le risorse per l’editoria aumentano di 40 milioni nel 2013, mentre per le tv locali e le radio arrivano 15 mln. Salta inoltre la norma del decreto sviluppo che imponeva l’uso dei pneumatici termici al di fuori dei centri abitati in caso di neve. Stop alla tassazione della reversibilità delle pensioni di guerra.

Legge di stabilità 2013: la cronaca delle ultime ore

Il maxiemendamento alla legge di stabilità 2013 ha provocato la decisione del Governo di porre la fiducia. Un argomento scottante questo della legge di stabilità 2013, visto che doveva essere l’ultimo atto del Governo tecnico da approvarsi prima di Natale, ma i lavori si sono interrotti dopo che il Pdl ha deciso nuovamente di riappoggiare l’Esecutivo tecnico. Una gran confusione insomma. Intanto nella serata di ieri, il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Piero Giarda, ha preso la parola per annunciare la presentazione del testo della legge di stabilità 2013 che ”si basa sostanzialmente sul testo”, approvato dalla commissione Bilancio.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Addizionale regionale IRPEF, Manovre Fiscali e Finanziarie