Legge di Bilancio: torna il Bonus Cultura ma con meno risorse. Sarà Bonus 300 euro?

La legge di bilancio 2021 ha introdotto un’importante novità: il Bonus Cultura potrà essere utilizzato anche per l'acquisto di abbonamenti a periodici.

di , pubblicato il
bonus-300-euro

La legge di bilancio 2021 ripropone il cosiddetto bonus cultura o bonus 18.

Dunque, la Card cultura sarà assegnata anche ai giovani che compiono 18 anni nel 2021.

Due importanti novità da segnalare. Per prima cosa le risorse stanziate sono inferiori rispetto all’anno precedente (150 milioni di euro contro i 190 del 2020). In secondo luogo, da quest’anno, il bonus potrà essere utilizzato anche per l’acquisto di abbonamenti a periodici (articolo 101, comma 4).

Bonus cultura

In Bonus cultura o bonus 18 anni, sostanzialmente, è un incentivo destinato a chi ha compiuto 18 anni e permette di ottenere 500 euro da spendere in cinema, musica e concerti, eventi culturali, libri, musei e altro ancora.

È possibile attivare il Bonus Cultura di 500 euro esclusivamente tramite la piattaforma 18app, un’applicazione web, raggiungibile su www.18app.italia.it.

Quest’applicazione, in breve, è realizzata per:

  1. consentire agli esercenti di registrarsi al servizio ed offrire la vendita dei beni previsti dalla normativa ai diciottenni;
  2. consentire ai diciottenni di generare i buoni per l’acquisto dei beni offerti dagli esercenti registrati al servizio.

Cosa posso acquistare?

Il Bonus cultura può essere utilizzato per acquistare beni esclusivamente riconducibili ai seguenti ambiti:

  • biglietti per rappresentazioni teatrali e cinematografiche e spettacoli dal vivo;
  • libri (inclusi audiolibri e libri elettronici);
  • titoli di accesso a musei, mostre ed eventi culturali, monumenti, gallerie, aree archeologiche, parchi naturali;
  • musica registrata (cd, dvd musicali ecc.);
  • corsi di musica, teatro e lingua straniera;
  • prodotti dell’editoria audiovisiva (singole opere audiovisive, distribuite su supporto fisico o in formato digitale).

In tal senso, la legge di bilancio 2021 ha introdotto una importante novità. I neomaggiorenni potranno utilizzare il bonus cultura anche per l’acquisto di abbonamenti a periodici, così come previsto dall’articolo 101, comma 4.

Fondi inferiori, ipotesi bonus 300 euro

Come già detto in apertura, i fondi stanziati per il bonus cultura 2021 sono nettamente inferiori rispetto a quelli delle annualità precedenti (150 milioni di euro contro i 190 del 2020). Motivo per il quale l’importo del bonus dovrebbe essere nettamente ridimensionato.

Ad oggi, l’ipotesi più accreditata è quella che porta ad un nuovo bonus cultura da 300 euro. per il resto, le caratteristiche dell’incentivo dovrebbero rimanere immutate.

Articoli correlati

Argomenti: ,