Legge di Bilancio: novità Bonus adeguamento ambienti di lavoro

Si tratta di un credito d'imposta in misura pari al 60 per cento delle spese sostenute, per un massimo di 80.000 euro.

di , pubblicato il
Si tratta di un credito d'imposta in misura pari al 60 per cento delle spese sostenute, per un massimo di 80.000 euro.

Il ddl di Bilancio 2021, attualmente in fase di studio, contiene anche un bonus non del tutto nuovo. Si tratta del cosiddetto bonus adeguamento ambienti di lavoro. Una misura già contenuta nel decreto legge 19 maggio 2020, n. 34 (cosiddetto decreto rilancio), ma che adesso viene riproposta in legge di bilancio 2021 con qualche correttivo. Vediamo meglio di cosa si tratta.

Decreto rilancio, Bonus ambienti di lavoro

Al fine di sostenere ed incentivare l’adozione di misure legate alla necessità di adeguare i processi produttivi e gli ambienti di lavoro, come previsto ai sensi dell’articolo 120 del decreto legge 19 maggio 2020, n. 34 (cosiddetto decreto rilancio), ai soggetti esercenti attività d’impresa, arte o professione in luoghi aperti al pubblico, alle associazioni, alle fondazioni e agli altri enti privati, compresi gli enti del Terzo settore, è riconosciuto un credito d’imposta in misura pari al 60 per cento delle spese sostenute, per un massimo di 80.000 euro, in relazione agli interventi necessari per far rispettare le prescrizioni sanitarie e le misure di contenimento contro la diffusione del virus COVID-19.

Rientrano tra gli interventi agevolabili:

  • quelli edilizi necessari per il rifacimento di spogliatoi e mense;
  • la realizzazione di spazi medici, ingressi e spazi comuni;
  • l’acquisto di arredi di sicurezza;
  • l’acquisto di strumenti e tecnologie necessarie allo svolgimento dell’attività lavorativa, apparecchiature per il controllo della temperatura dei dipendenti e degli utenti.

Le novità inserite in Legge di Bilancio 2021

La legge di bilancio 2021 ha apportando qualche correttivo a questa misura.

In origine, secondo quanto previsto ai sensi del comma 2, articolo 120 del decreto rilancio, il bonus adeguamento ambienti di lavoro poteva essere utilizzato “nell’anno 2021, esclusivamente in compensazione”.

Con il ddl di bilancio 2021, sostanzialmente, le parole: “nell’anno 2021” vengono sostituite dalle seguenti: “dal 1° gennaio al 30 giugno 2021”.

Inoltre, i soggetti beneficiari del credito d’imposta per l’adeguamento degli ambienti di lavoro possono optare anche per la cessione dello stesso.

Articoli correlati

Argomenti: ,