Legge di bilancio 2021: patrimoniale out per mancanza di risorse

L’emendamento alla manovra di bilancio 2021 riguardante l’introduzione della c.d. “patrimoniale” sarà riproposto al Senato

di , pubblicato il
L’emendamento alla manovra di bilancio 2021 riguardante l’introduzione della c.d. “patrimoniale” sarà riproposto al Senato

È stata dichiarata inammissibile dalla Commissione bilancio della Camera, la proposta della “patrimoniale” avanzata con un emendamento che vedeva tra i firmatari gli onorevoli Nicola Fratoianni e Matteo Orfini. L’emendamento proponeva:

  • l’abolizione dell’IMU
  • l’abolizione dell’imposta di bollo sui conti correnti
  • una tassazione progressiva sui grandi patrimoni.

Sui circa 7.000 emendamenti avanzati alla manovra di bilancio 2021, per ora ne sono stati bocciati 2500, di cui una parte per mancanza di copertura finanziaria.

Bocciata la “patrimoniale”: l’emendamento sarà riproposto in Senato

L’emendamento sulla patrimoniale è stato bocciato proprio per mancanza di copertura finanziaria. Insoddisfazione è stata, ovviamente espressa dai proponenti, i quali ritengono inammissibile che una proposta del genere, che garantirebbe un maggior gettito di entrata per lo Stato (e un minor aggravio per i cittadini e lavoratori con piccoli patrimoni), sia stata bocciata.

A motivo di ciò, gli stessi onorevoli, annuncino di ripresentare l’emendamento in Senato supportandolo con le dovute motivazioni e tenendo conto di eventuali obiezioni.

Potrebbe anche interessarti:

Argomenti: ,