Legge Bilancio 2021: le novità fiscali. Ecco quali sono

La Legge Bilancio 2021, che dovrebbe essere approvata a ridosso del Natale, getta le novità fiscali a partire dall'assegno unico.

di , pubblicato il
La Legge Bilancio 2021, che dovrebbe essere approvata a ridosso del Natale, getta le novità fiscali a partire dall'assegno unico.

La Legge Bilancio 2021, che dovrebbe essere approvata a ridosso del Natale, getta le basi della Riforma fiscale a partire dall’assegno unico.

Sono diversi gli interventi in materia fiscale contenuti nella Manovra 2021 per i quali è stato istituito un Fondo di 8 miliardi di euro per il 2022 e 7 miliardi di euro a partire dall’anno 2023.

Per l’assegno unico universale e i servizi alla famiglia, la Manovra stanzia una quota compresa tra 5 e 6 miliardi di euro a partire dal 2022.

Vediamo quali sono le altre principali novità fiscali.

Legge Bilancio 2021: bonus Irpef e bonus Casa

In materia di tassazione sul lavoro e delle persone fisiche, le principali novità fiscali della Legge di Bilancio 2021 sono il bonus Irpef (stabilizzazione del cuneo fiscale), la proroga del bonus casa e la limitazione della cedolare secca al 21% sulle locazioni brevi.

Il bonus Irpef si riferisce alla detrazione spettante a chi percepisce reddito di lavoro dipendente e redditi assimilati che, inizialmente, era prevista per il 2° semestre di quest’anno dal Decreto Rilancio.

Riguardo al bonus Casa, viene confermata la proroga delle detrazioni di spese sostenute per interventi di riqualificazione energetica, ristrutturazione, acquisto di mobili e grandi elettrodomestici, restauro facciata esterna degli edifici.

Altri crediti d’imposta previsti dalla Legge di Bilancio 2021

La Manovra 2021 introduce, proroga, rimodula o rinnova altri crediti d’imposta, tra cui:

– proroga al 31/12/2022 del credito d’imposta per l’acquisto di nuovi beni strumentali da impiegare in strutture produttive in alcune regioni del Mezzogiorno (Puglia, Campania, Calabria, Basilicata, Molise, Sicilia, Abruzzo, Sardegna – art. 28), nonché proroga del credito d’imposta per gli anni 2021 e 2022 per investimenti in attività di ricerca e sviluppo effettuati da imprese che operano nelle 8 regioni del Sud appena menzionate (art.

32);

– proroga al 31/12/2021 del credito d’imposta per spese di consulenza riferite alla quotazione di PMI (legge n. 205 del 2017, art. 36);

– proroga al 2022 al credito d’imposta per investimenti in attività di ricerca e sviluppo, innovazione tecnologica e altre attività innovative, formazione 4.0 (art. 185);

– possibilità di usufruire del credito d’imposta per adeguare gli ambienti di lavoro dal 1° gennaio al 30 giugno 2021 (art. 195).

– rifinanziamento e proroga fino al 2022 del credito d’imposta per investimenti pubblicitari, edicole ed altri rivenditori al dettaglio di quotidiani, riviste e periodici, testate in formato digitale (art. 101);

– incremento del Fondo per lo sviluppo degli investimenti nel settore cinema e audiovisivo e delle aliquote massime del credito d’imposta per imprese di produzione, distribuzione e imprese di produzione esecutiva e di post-produzione italiane (art. 97).

Argomenti: ,