Legge 104 art. 3 comma 1, quali agevolazioni è possibile chiedere?

Disabilità: a quali agevolazioni si ha diritto con la legge 104 art. 3 comma 1? | La Redazione risponde.

di , pubblicato il
invalidità

Analizziamo le agevolazioni per chi è possessore della legge 104 art. 3 comma 1, per se e per chi assiste un familiare con disabilità, rispondendo ad un quesito di un nostro lettore:

Buongiorno, ho un invalidità per ora del 67% in attesa della risposta della C.T.U con L’ articolo 3 comma 1 l.5.2.1992 n.104 vorrei capire quali agevolazioni ci sono con questo articolo grazie e buona giornata.

Legge 104 art. 3 comma 1: definizione

L’art. 3 – comma 1 definisce persona handicappata “colui che presenta una minorazione fisica, psichica o sensoriale, stabilizzata o progressiva, che è causa di difficoltà di apprendimento, di relazione o di integrazione lavorativa e tale da determinare un processo di svantaggio sociale o di emarginazione“.

L’articolo 3 comma 1 della legge 104, non presenta grossi benefici, riportiamo in breve tutte le possibili agevolazioni.

Agevolazioni lavorative nella Pubblica Amministrazione

Il lavoratore della P.A. con verbale legge 104 art. 3 comma 1 ha diritto alla scelta delle sedi disponibili secondo un ordine di priorità e la precedenza nel trasferimento della sede di lavoro in base alle domande presentate.

Indennità economica

L’art. 3 comma 1 non da diritto a nessuna prestazione economica.

Agevolazioni fiscali

Le agevolazioni fiscali disabili per l’acquisto auto prevedono una detrazione del 19% sul costo del veicolo, acquisto con IVA agevolata al 4% , esenzione bollo auto ed esenzione dell’imposta di trascrizione sui passaggi di proprietà.
L’agevolazione IVA al 4% spetta al disabile con handicap grave con legge 104 art. 3 comma 3, oppure al familiare che ha in carico il disabile.

L’agevolazione spetta per una solo auto nel periodo temporale di quattro anni dalla data di acquisto del veicolo su un tetto di spesa di euro 18.075,99. La condizione indispensabile è che l’auto deve essere usata in via esclusiva dalla persona con handicap grave. E’ possibile detrarre anche le spese straordinarie di manutenzione sempre se rientrano nel tetto di spesa di euro di 18.075,99. Le spese si possono portare in detrazione nel 730 con una percentuale del 19%, in un’unica soluzione oppure in quote costanti ripartite in quattro anni.

Bollo auto e parcheggio gratis con legge 104 art. 3 comma 1, quando è possibile?

Per approfondimenti: Bollo auto 2018 e legge 104, art. 3 comma 3 e art. 3 comma 1 (facciamo chiarezza)

Agevolazioni acquisto sussidi tecnici informatici

Possono fruire anche di una detrazione Irpef del 19% e dell’acquisto con iva agevolata al  4% per l’acquisto di sussidi informatici e tecnici.

Ad esempio l’acquisto di un computer, di un telefono che abbia il vivavoce, l’acquisto di sussidi che permettono l’elaborazione grafica o scritta, ecc.

Tutto quello che possa migliorare lo stato di handicap di cui è affetto il disabile per rendere più agevole la sua condizione rapporta alla vita quotidiana

Altre spese e beni su cui poter ottenere le agevolazioni:

Oltre alle spese indicate i disabili possono ottenere una detrazione del 19% sull’acquisto di un cane guida per i non vedenti. Acquisto di protesi e ausili utili per la menomazione di ci si è affetti, apparecchi per facilitare l’audizione, le poltrone per invalidi, ecc.

Questa è una breve panoramica delle spese che possono effettuare le persone disabili secondo l’articolo 3 comma 3 della legge n. 104 del 1992.

La legge 104 è molto vasta, ricordiamo che con la legge 104 con art. 3 comma 3 è possibile fruire dei permessi retribuiti per se e per chi si occupa di un familiare disabile, e il congedo straordinario legge 151 per il caregiver, inoltre, è sempre possibile presentare domanda di aggravamento per rettificare lo stato.

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , , ,