Le pensioni 2022 in pagamento a gennaio, ecco chi dovrà aspettare davvero a lungo

Per le pensioni 2022 in pagamento a gennaio, ecco chi dovrà aspettare davvero a lungo. Perché ci saranno pensionati che si vedranno accreditata la pensione già il 27 dicembre prossimo. Altri invece dovranno aspettare a lungo. Ecco chi sono.

di , pubblicato il
Le pensioni nel 2022 aumentano con il taglio IRPEF, ecco come cambiano gli assegni INPS

Per le pensioni del 2022 in pagamento nel prossimo mese di gennaio, ecco chi dovrà aspettare davvero a lungo. Perché ci saranno pensionati che, probabilmente, si vedranno accreditata la pensione già il 27 dicembre prossimo. Se, in linea con le attese, anche per il mese di gennaio del 2022 alla Posta il pagamento ed il ritiro presso gli uffici postali sarà anticipato.

Pur tuttavia, proprio per le pensioni del 2022 in pagamento nel mese di gennaio, e considerando il calendario, c’è chi dovrà aspettare davvero a lungo. Si tratta, nello specifico, dei pensionati con la canalizzazione dell’assegno INPS su conto corrente bancario. In tal caso, infatti, la pensione del prossimo mese sarà accreditata il 4 gennaio del 2022. Ovverosia, per il primo mese dell’anno, in corrispondenza del secondo giorno bancabile.

Le pensioni del 2022 in pagamento nel mese di gennaio. Ecco chi dovrà aspettare davvero a lungo

Chiarito chi dovrà aspettare davvero a lungo, per le pensioni del 2022 in pagamento nel mese di gennaio alla Posta il calendario ufficiale ancora non c’è. Pur tuttavia, è presumibile che, in base alla lettera del cognome, i pagamenti degli assegni INPS di gennaio del 2022 partano il prossimo 27 dicembre. Per poi concludersi la mattina del giorno 31/12.

Inoltre, per le pensioni del 2022 in pagamento nel mese di gennaio, saranno molti coloro che non dovranno fare la fila presso gli uffici postali. E che, nello stesso tempo, non dovranno aspettare il 4 gennaio per prendere i soldi. Si tratta, nello specifico, di coloro che hanno attivato l’accredito della pensione sul libretto di risparmio postale. Oppure sulla carta PostePay con IBAN. Ovverosia sulla carta Postepay Evolution. Ma anche con la canalizzazione sul conto BancoPosta.

Dal mese prossimo gli assegni INPS saranno più alti, ecco perché

Infine, per le pensioni del 2022 in pagamento nel mese di gennaio, ricordiamo che gli assegni INPS dal prossimo anno saranno più alti. In quanto, rispetto al 2021 senza alcuna rivalutazione, il Governo italiano ha deciso di rivalutare i trattamenti pensionistici per il prossimo anno. Fissando, nello specifico, un tasso di rivalutazione annuo lordo provvisorio all’1,7%. Così come è riportato in questo articolo.

Argomenti: , , , , , , , , , , ,