Lavoro usurante infermiere, contributi figli e ricongiungimento contributi versati

Rispondiamo a dubbi su lavoro usurante e gravoso, contributi per i figli e ricongiungimento dei contributi versati.

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
pensione anticipata infermiere usurante
Buongiorno, considerato che la professione di infermiera è molto faticosa e poco retribuita, Le chiedo se è riconosciuta come lavoro usurante e se per le donne esiste la possibilità della diminuzione di alcuni anni secondo il numero dei figli avuti. 
Se è attuale la ricongiunzione di contributi versati come lavoro autonomo, anche se nell’estratto conto del sito INPS non risulta inserito nulla.
Attendo Sua risposta.
L’infermiere non è riconosciuto come lavoro usurante ma come lavoro gravoso e comporta, come per gli usuranti, il blocco dell’aumento dell’età pensionistica per adeguamento alla speranza di vita Istat: questo significa che anche dopo il 1 gennaio 2019 si continuerà ad accedere alla pensione di vecchiaia con 66 anni e 7 mesi e alla pensione anticipata con 41 anni e 10 mesi per le donne e 42 anni e 10 mesi per gli uomini.
Per i figli non sono previsti sconti contributivi: se ne parlava per l’accesso all’Ape sociale, misura ormai in scadenza il prossimo 31 dicembre 2018.
Il lavoro autonomo va ricongiunto con quello dipendente su richiesta e può farlo attraverso il cumulo gratuito dei contributi prima di accedere alla pensione.

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]

“Visto il sempre crescente numero di persone che ci scrivono vi chiediamo di avere pazienza per la risposta, risponderemo a tutti”

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: News pensioni, Contributi Inps