Lavoro precoce: possibile pagare figurativi per raggiungere i requisiti?

Lavoratori precoci: si può raggiungere il requisito dei 12 mesi di contributi prima dei 19 anni anni versando i volontari?

di , pubblicato il
Pensione

Buongiorno .Sono il sig Vella Angelo un infermiere con 41 anni e 7 mesi a dicembre 2019 e 60 e 9mesi a dicembre.Ho fatto richiesta all ‘Inps come lavoro gravoso facendo 64 -70 notti anno.

Ho lavorato 6 mesi e 21 gg a 17 anni ,chiedevo se potevo pagare contributi per raggiungere il requisito di 12 mesi come lavoratore precoce.
Per poter accedere alla quota 41 riservata ai lavoratori precoci sono necessari i seguenti requisiti:
  • almeno 41 anni di contributi (41 anni e 5 mesi dal 2019 a meno che non intervenga il blocco dell’aumento dell’età pensionabile)
  • 12 mesi di contributi prima del compimenti dei 19 anni di età
  • l’appartenenza ad una della categorie protette ovvero caregivers, disoccupati, invalidi, gravosi, usuranti

Requisito precoci

Il requisito fondamentale per essere riconosciuti come lavoratori precoci è, dunque l’aver cominciato a lavorare in tenera età versando almeno 12 mesi di contributi, derivanti da lavoro effettivo, prima del compimento dei 19 anni.

Sembra chiaro, a questo punto, che il requisito non può essere raggiunto versando contributi volontari perchè in questo modo snaturerebbe il significato del “precoce” permettendo, di fatto, a tutti di poterlo raggiungere.

Lavoro gravoso, quali benefici

Rientrando nella categoria dei lavoratori addetti alle mansioni gravose, però, ha diritto al blocco dell’aumento dell’età pensionabile previsto dalla legge di bilancio 2017 secondo il quale i lavoratori precoci e usuranti per il biennio 2019/2020 potranno continuare ad accedere alla pensione anticipata con 41 anni e 10 mesi di contributi per le donne e 42 anni e 10 mesi di contributi per gli uomini e alla pensione di vecchiaia con 66 anni e 7 mesi.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , , ,