Lavoro a chiamata semplificato: nuove regole dopo l’abolizione dei voucher

Lavoro a chiamata semplificato: nuove regole per colmare il vuoto legislativo lasciato dai voucher Inps. Ecco cosa cambierà per le imprese

di , pubblicato il
Lavoro a chiamata semplificato: nuove regole per colmare il vuoto legislativo lasciato dai voucher Inps. Ecco cosa cambierà per le imprese

Lo studio di formule alternative per rimpiazzare i voucher Inps stanno portando i primi risultati concreti. Le nuove regole puntano a semplificare il lavoro a chiamata riempiendo l’attuale vuoto normativo.

Lavoro a chiamata: cosa succede dopo l’abolizione dei voucher?

Lavoro a chiamata: arrivano le regole del post voucher

La gestione del lavoro a chiamata nella sua forma semplificata per le imprese avverrà su apposita piattaforma, proprio come avviene per i voucher. Per il lavoro domestico e le collaborazioni con enti no profit invece si studiano sistemi ancora più semplici (buoni famiglia).

Al momento non è ancora noto se il nuovo lavoro a chiamata manterrà i limiti su età e massimo di ore lavorate dei vecchi voucher Inps nonché le eccezioni relative al settore di impiego.
Quel che appare probabile è che si cercherà da un lato di snellire la procedura rispetto alle regole di attivazione dei voucher e dell’altro di rendere più difficile il ricorso a manodopera in nero.

Senza voucher aumentano i costi per datore e lavoratore?

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , ,