Lavoro autonomo, un valido aiuto per i giovani imprenditori

Lavoro autonomo, un’agevolazione rivolta ai giovani che intendono avviare un'attività in forma di ditta individuale

di Redazione InvestireOggi, pubblicato il
Lavoro autonomo, un’agevolazione rivolta ai giovani che intendono avviare un'attività in forma di ditta individuale
I giovani che intendono avviare un’attività possono contare sull’agevolazione lavoro autonomo

Lavoro autonomo. Oltre alla nuova srl semplificata, è il caso di segnalare altri incentivi per l’imprenditoria giovanile presenti nel nostro sistema fiscale. Tra questi merita particolare attenzione il lavoro autonomo.

Incentivi imprenditoria giovanile: dalla srl semplificata…

In questi ultimi giorni, il ministro del lavoro Elsa Fornero ha annunicato il piano giovani del Governo Monti, il piano cioè, di cui ancora non se ne conoscono i contennuti, che punta allo sviluppo degli incentivi dell’imprenditoria giovanile. Lo stesso Esecutivo tecnico guidato dal Porf. Monti ha creato la cosiddetta srl semplificata, pensata proprio per i giovani under 35 anni ( a tal proposito si veda il nostro articolo Srl semplificata ai nastri di partenza. C’è lo statuto ), che proprio in questi giorni è partita grazie all’adozione dello statuto standard, ma sempre in tema di finanziamenti giovani, si segnala l’agevolazione prevista per il lavoro autonomo.

… al lavoro autonomo

L’agevolazione lavoro autonomo è rivolta essenzialmente a persone fisiche che intendono avviare un’attività di lavoro autonomo in forma di ditta individuale. Beneficiari delle agevolazioni per il lavoro autonomo sono i soggetti in possesso dei seguenti requisiti:

–          maggiorenne alla data di presentazione della domanda;

–          non occupato alla data di presentazione della domanda;

–          residente nel territorio nazionale alla data del 1° gennaio 2000 oppure da almeno sei mesi alla data di presentazione della domanda, nel rispetto della normativa comunitaria e nazionale vigente in materia.

Lavoro autonomo: quali le iniziative agevolabili?

In merito le iniziative che possono essere finanziate, riguardano qualsiasi settore (produzione di beni, fornitura di servizi, commercio).Non rientrano nelle iniziative agevolabili con il lavoro autonomo, quelle attività riguardanti la produzione primaria di prodotti agricoli, la pesca e l’acquacoltura, nonché  gli aiuti destinati all’acquisto di veicoli per il trasporto di merci su strada da parte di imprese che effettuano trasporto di merci su strada per conto terzi. L’investimento complessivo, mediante il lavoro autonomo, non può superare i 25.823 Euro IVA esclusa e l’aattività finanziata deve essere svolta per un periodo di almeno 5 anni a decorrere dalla data di delibera di ammissione alle agevolazioni.

In cosa consiste l’agevolazione lavoro autonomo?

In particolare, le agevolazioni previste sono di due tipi:

  1. agevolazioni finanziarie, per gli investimenti e per il 1° anno di gestione
  2. servizi di sostegno nella fase di realizzazione e di avvio dell’iniziativa

Nel primo caso, le agevolazioni finanziarie concedibili sono quelle per gli investimenti, un contributo a fondo perduto e un finanziamento a tasso agevolato, a copertura del 100% degli investimenti ammissibili e quelle per la gestione, un contributo a fondo perduto. I servizi di sostegno nella fase di realizzazione e di avvio dell’iniziativa agevolabili si distinguono in: servizi per l’investimento (quindi attrezzature, macchinari, impianti e allacciamenti; beni immateriali a utilità pluriennale, ristrutturazione di immobili, entro il limite massimo del 10% del valore degli investimenti) e servizi per la gestione (materiale di consumo, semilavorati e prodotti finiti, nonché altri costi inerenti al processo produttivo; utenze e canoni di locazione per immobili; oneri finanziari (con l’esclusione degli interessi del mutuo agevolato e prestazioni di garanzie assicurative sui beni finanziati).

Lavoro autonomo: come fare domanda

Per essere ammessi all’agevolazione riguardante il lavoro autonomo, occorre presentare apposita domanda ad Invitalia, prima in modalità virtuale Di seguito trovate proprio il link dove potete compilare on line la domanda, per cui si necessita della registrazione ad Invitalia:

lavoro autonomo: compilare la domanda on line

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Aziende e Società