Lavoro: assente alla visita medica fiscale, cosa succede?

Se siete assenti alla visita medica fiscale e il citofono non funzionava, è possibile opporsi? Cosa succede?

di Angelina Tortora, pubblicato il
Malattia

Se si è assenti alla visita medica fiscale, cosa succede? Il quesito di una nostra lettrice:

Buonasera, sono una donna di 53 anni, volevo sapere alcune informazioni sulla sindrome depressiva: ho curato per 12 anni mio padre malato di demenza senile e nel novembre del 2017 è mancato io vivo da sempre con loro, io e mia madre non l’ abbiamo presa bene, io sono a casa dal lavoro da  quando è mancato mio padre cioè da novembre 2017, non sto bene, ho avuto il controllo dall’ inps a dicembre 2017 ed ultimamente un altro controllo dicono loro… ma io non li ho proprio sentiti il 19 maggio 2018.

L’ ho saputo perché in questi giorni ho ricevuto una lettera dall’inps che allegherò (premetto che abito in campagna e non ho campanello, avevo quello wifi ma  i bambini della canonica qui vicino lo hanno staccato per ben due volte alche’ non l’ abbiamo più messo) volevo sapere perchè non hanno lasciato l’ avviso che specificava che a tale ora erano  passati e se sono obbligati  a lasciarlo nella cassetta postale, vorrei anche  sapere gentilmente quanto tempo si puo’ stare in mesi a casa, questa lettera mi preoccupa, (se puo’ spiegarmi e darmi consiglio)nel frattempo andro’ dal mio sindacato ma visto che le hanno scritto tante persone mi sono decisa anchio, ho letto anche del codice E ma penso che la mia sindrome depressiva non rientri la ringrazio. Buon proseguimento.

Risposta

L’assenza a visita medica di controllo, se non giustificata, comporterà delle sanzioni e, quindi, la non indennizzabilità delle giornate di malattia nel seguente modo:

  • per un massimo di 10 giorni di calendario, dall’inizio dell’evento, in caso di 1° assenza a visita di controllo non giustificata
  • per il 50% dell’indennità nel restante periodo di malattia, in caso di 2° assenza a visita di controllo non giustificata
  • per il 100% dell’indennità dalla data della 3° assenza a visita di controllo non giustificata

Il medico di controllo domiciliare riscontra l’assenza mediante il rilascio (in busta chiusa) di invito a visita medica di controllo ambulatoriale.

In riferimento al citofono non funzionante, una sentenza della Cassazione, ha specificato che è dovere del lavoratore adottare quegli accorgimenti pratici che rendano possibile la visita, ivi compreso appurare che il citofono funzioni correttamente.

Se il lavoratore non si preoccupa, come in questo caso, di far riparare il citofono risponde per incuria e negligenza. (Sentenza n. 9523/1993). Lo stesso vale se manca il nome del lavoratore sul citofono.

In riferimento alla patologia per malattia depressiva le lascio qui un articolo dove troverà tutte le informazioni: Malattia depressiva e invalidità, esonero visita fiscale, quale patologia rientra?

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Lettere, Quesiti visite fiscali, News lavoro, Visite Fiscali

I commenti sono chiusi.