Lavoratrice madre, può essere licenziata?

La lavoratrice madre può essere licenziata? A rispondere una recente sentenza della Corte di Cassazione.

di , pubblicato il
La lavoratrice madre può essere licenziata? A rispondere una recente sentenza della Corte di Cassazione.

La lavoratrice madre o la lavoratrice ancora in maternità non si può licenziare. Il divieto scatta dall’inizio della gestazione fino al compimento del primo anno di età del bambino. Se il datore di lavoro non rispetta tale divieto e licenzia la dipendente, il licenziamento è nullo e oltre a dover riammettere la lavoratrice al suo posto di lavoro dovrà risarcire i danni derivati dal licenziamento.


Un eccezione alla regola sul licenziamento della lavoratrice madre, è prevista in caso di colpa grave, come ricorda la Corte di Cassazione nella sentenza n. 475 del’11 gennaio 2017.

Lavoratrice madre: la decisione della Corte

La Corte stabilisce che il licenziamento della lavoratrice madre, avvenuto prima del compimento del primo anno di età del bambino, e non sorretto da colpa grave, è da ritenersi nullo. Inoltre il datore di lavoro dovrà pagare alla lavoratrice le retribuzione dal giorno del licenziamento sino alla riammissione sul posto di lavoro.

Matrimonio e lavoro, si può essere licenziati?

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , ,