Lavoratori somministrati disoccupazione: prorogata l’una tantum Inps

L'Inps ha comunicato che l'intervento a sostegno dei lavoratori somministrati disoccupati prosegue anche per gli 2010 e 2011. Domande relative all'ottenimento della c.d. una tantum da presentarsi nel periodo compreso tra il 1 febbraio e il 30 marzo 2012

di Redazione InvestireOggi, pubblicato il
L'Inps ha comunicato che l'intervento a sostegno dei lavoratori somministrati disoccupati prosegue anche per gli 2010 e 2011. Domande relative all'ottenimento della c.d. una tantum da presentarsi nel periodo compreso tra il 1 febbraio e il 30 marzo 2012

Con la circolare n. 9 del 23 gennaio scorso, l’Inps, l’Istituto nazionale di previdenza sociale ha  comunicato che l’intervento a sostegno dei lavoratori somministrati disoccupati prosegue anche per gli anni 2010 e 2011. La presentazione delle domande per ottenere la cosiddetta una tantum Inps può avvenire nel periodo compreso tra il 1 febbraio prossimo e il 30 marzo.


LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE DISOCCUPAZIONE: L’ACCORDO DEL 13 MAGGIO 2009

Il documento datato 23 gennaio 2012 dell’Inps comporta in prima battuta delle modifiche all’Accordo del 13 maggio 2009. Tale accordo, sottoscritto dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali, da Assolavoro e dalle Organizzazioni sindacali, ha previsto per i lavoratori in somministrazione in possesso dei requisiti contenuti nello stesso Accordo, una misura di sostegno al reddito, c.d. una tantum, pari a euro 1300,00 al lordo delle ritenute di legge. A beneficiare di questa prestazione sono stati i sottoscrittori dei Patti di attivazione stipulati, presso le Agenzie per il lavoro, entro il 31 dicembre 2009. Dopo che il 16 dicembre 2011, si è terminata la  procedura relativa all’annualità 2009, le stesse Parti che hanno firmato questo Accordo, insieme con l’Inps, hanno stabilito di riaprire, nel periodo compreso tra il 1 febbraio e il 30 marzo 2012, i termini di presentazione delle domande relativamente ai lavoratori in somministrazione negli anni 2010 e 2011, con le modalità e a favore dei soggetti individuati secondo quanto previsto nel Verbale di accordo.

 

UNA TANTUM LAVORATORI SOMMINISTRATI: QUALI SONO I BENEFICI

I destinatari dell’indennità una tantum di sostegno al reddito sono i lavoratori in somministrazione che, nel periodo compreso tra il 1 gennaio 2010 e il 31 dicembre 2011, possiedono, alla data dichiarata nella domanda di ammissione al beneficio, dei requisiti specifici.

Tali requisiti sono:

– avere maturato un’ anzianità di lavoro di almeno 78 giornate in somministrazione a partire dal 1 gennaio 2008 e, successivamente, almeno 45 giorni continuativi di disoccupazione precedenti la data dichiarata nella domanda;

– non aver già beneficiato della stessa misura una tantum di sostegno al reddito;

– non avere percepito, nei sei mesi precedenti la maturazione del requisito, prestazioni pubbliche di sostegno al reddito di importo pari o superiore a euro 1300,00.

 

DISOCCUPAZIONE LAVORATORI SOMMINISTRATI: COME CHIEDERE L’UNA TANTUM

La domanda, corredata della richiesta di incentivo e del Patto di attivazione, deve essere presentata esclusivamente alle Agenzie per il lavoro e sarà dalle stesse inserita nella piattaforma informatica PLUS dedicata da Italia Lavoro S.p.a. a questo tipo di intervento. Quando si presentano le richieste, sono le Agenzie a dover verificare, in tempo reale, il possesso in capo al richiedente dei requisiti necessari, attraverso le funzionalità messe appositamente a disposizione da parte dell’Istituto e, ove riscontrabili, in base ai dati presenti negli archivi dell’Inps e nell’archivio delle comunicazioni obbligatorie.

Essendo la prestazione legata ad un fondo a capienza, le richieste presentate, per le quali è stato verificato il possesso dei requisiti, verranno accettate con “riserva di capienza”. In caso di esito negativo, la richiesta di incentivo è inserita nel sistema ma con “riserva di verifica e di capienza”. Il lavoratore potrà quindi presentare la documentazione cartacea idonea, ossia il Cud e certificazione del competente Centro per l’impiego, presso l’Agenzia per il lavoro che dovrà verificare il possesso dei requisiti e successivamente trasmettere detta documentazione via posta elettronica ad Italia Lavoro entro 30 giorni dopo la data di sottoscrizione della domanda. Spetta ad Italia Lavoro, verificare la conformità della documentazione ricevuta, e inserire poi il nominativo del beneficiario nell’elenco finale che andrà trasmesso all’Inps. Se tutta la relativa documentazione non giunga nei tempi indicati, ovvero non sia ritenuta idonea, la richiesta di incentivo sarà respinta.

 

GRADUATORIA UNA TANTUM  LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE

Al terminata questa fase, l’elenco dei potenziali beneficiari, insieme con la tutta la documentazione relativa, sarà trasmesso all’Inps che, dopo l’accordo concordato con le Parti sociali che hanno sottoscritto il verbale del 16 dicembre 2011, con cui si è terminata la procedura prevista nell’Accordo del 2009, provvederà  entro il 5 maggio prossimo, a creare una graduatoria dei beneficiari. La graduatoria sarà formata tenendo conto della data in cui sono maturati i requisiti richiesti e fino ad esaurimento delle risorse disponibili.

 

LAVORO SOMMINISTRATO: EROGAZIONE UNA TANTUM 

Dopo aver formato la graduatoria, si provvederà ad erogare la prestazione. Al termine dei pagamenti, da effettuarsi entro il 31 maggio 2012, le Direzioni regionali dell’Inps, devono comunicare, mediante l’invio del relativo file, i nominativi dei beneficiari della prestazione, alla Direzione centrale Prestazioni a sostegno del reddito, affinchè Italia Lavoro aggiorni la piattaforma PLUS.

 


ISTRUZIONI OPERATIVE 

L’Inps nella sua circolare ha messo a punto anche un servizio mediante il quale le Agenzie del Lavoro possono verificare, in tempo reale, il possesso dei requisiti necessari, ove riscontrabili, in capo al richiedente la prestazione, in base ai dati presenti negli archivi dell’Inps e nell’archivio delle comunicazioni obbligatorie. La procedura DsWEb disponibile in Intranet – processi – prestazioni a Sostegno del reddito – sezione Disoccupazione non agricola, è quella utilizzata per la gestione e il pagamento della prestazione. Per l’acquisizione occorre selezionare il tipo domanda ‘E-Sussidio straordinario’ e, in seguito il codice sussidio ‘SOMM-IND.SOST.REDDITO LAV.SOMMINISTRATI’. Per i pagamenti della prestazione, dal menù principale occorre selezionare il link Pagamenti – Pagamento diretto interventi per l’occupazione; dalla lista di opzioni presentate è possibile selezionare i pagamenti per i LAV. SOMMINISTRATI.

 

CIRCOLARE INPS 23 GENNAIO 2012

Al fine della rilevazione contabile dei pagamenti, l’Inps nella sua circolare del 23 gennaio 2012,  rimanda alle istruzioni contenute in un’altra circolare, la n. 100 del 07 agosto 2009, aggiornate con quelle contenute nella n. 121 del 04 dicembre 2009 in merito all’accentramento dei pagamenti delle prestazioni a sostegno del reddito. Proprio con quest’ultima circolare sono state fornite le istruzioni operative e contabili relative al processo di riforma dei sistemi di pagamento delle prestazioni a sostegno del reddito che prevede l’automatismo completo delle attività contabili ed il pagamento delle prestazioni esclusivamente da parte della Direzione centrale bilanci e servizi fiscali.

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Redditi e Dichiarazioni, Lavoro e Contratti