Lavorare ad agosto per pagare le tasse: il tax free day cade in piena estate

Lavorare ad agosto? Fino all'11 del mese serve a ripagare le tasse. E a qualcuno non basta: ecco i dati del tax free day 2018.

di Alessandra De Angelis, pubblicato il
Lavorare ad agosto? Fino all'11 del mese serve a ripagare le tasse. E a qualcuno non basta: ecco i dati del tax free day 2018.

Chi pensa a lavorare ad agosto? Per moltissimi italiani agosto è il mese delle tanto agognate ferie estive. Eppure il tax free day 2018 cade proprio in pieno agosto, esattamente l’11 del mese. Facendo un calcolo statistico di quante tasse si pagano, lavorare ad agosto, fino a quella data, serve solo a ripagare le tasse. Dal 12 del mese si inizia a guadagnare lo stipendio veramente e a poterlo spendere per altro che non siano gli adempimenti fiscali. Magari proprio per partire per le ferie!

E’ Bologna la città in cui i lavoratori pagano più tasse

L’11 agosto è il tax free day nazionale basato su una media statistica che mette a rapporto lo stipendio medio e le tasse che si pagano. Non per tutte le città è uguale: a Bologna ad esempio non basta lavorare ad agosto per ripagare le tasse e le imprese bolognesi potranno considerarsi libere dalle tasse nel 2018 solo il 20 settembre prossimo. Fa peggio solo Reggio Calabria. Questi i dati forniti dall’Osservatorio nazionale della Cna sulla tassazione che grava sulle pmi italiane che per la stima tiene conto anche delle tasse locali che quindi spostano il tax free day in maniera anche sensibile in alcuni casi.

Fabio Bezzi, direttore Cna dell’Emilia Romagna spiega “ci siamo chiesti se ci fosse un modo per calcolare la reale tassazione che grava sulle nostre imprese e la nostra intuizione è stata quella di delineare anche il ‘total tax rate’, ovvero l’ammontare di tutte le imposte e dei contributi sociali obbligatori di natura locale, regionale e nazionale dell’impresa e dell’imprenditore. A differenza di altri organismi, anche internazionali, basiamo la nostra analisi sull’impresa tipo italiana che prevede un laboratorio e un negozio, ricavi per 431mila euro, un impiegato e quattro operai di personale, con 50mila euro di reddito”. La fotografia che ne viene fuori, come sopra accennato, è quella di un Paese in cui la differenza tra pressione fiscale varia molto. Non solo da nord a sud ma anche tra province nella stessa regione: basti pensare che a Reggio Emilia il tax free day è stato il 29 luglio (quasi due mesi prima di quello delle imprese bolognesi).

Potrebbe interessarti anche leggere:

Tasse ad agosto: la sospensione fiscale

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Fisco e tasse, Scadenze fiscali