La srl a capitale ridotto nel decreto sviluppo

Si affianca alla srl semplificata, la nuova società a responsabilità limitata prevista dal decreto legge n. 83/12 in favore di chi, alla data della costituzione della srl, abbia compiuto 35 anni di età

di Redazione InvestireOggi, pubblicato il
Si affianca alla srl semplificata, la nuova società a responsabilità limitata prevista dal decreto legge n. 83/12 in favore di chi, alla data della costituzione della srl, abbia compiuto 35 anni di età

In vigore con il decreto sviluppo 2012 la società a responsabilità limitata a capitale ridotto, prevista per soggetti sopra i 35 anni di età, al momento della costituzione della società.

 

Srl a capitale ridotto

Il decreto sviluppo 2012, il d.l. n. 83/12 tra le tante novità, prevede l’introduzione della società a responsabilità limitata con capitale ridotto. La disposizione di riferimento nel decreto legge n. 83/2012 è l’articolo 44, intitolato “Società a responsabilità limitata a capitale ridotto”. La norma recita testualmente: “Fermo quanto previsto dall’articolo 2463-bis del codice civile, la società a responsabilità limitata a capitale ridotto può essere costituita con contratto o atto unilaterale da persone fisiche che abbiano compiuto i trentacinque anni di età  alla data della  costituzione”.

 

Srl a capitale ridotto: caratteristiche

Questa nuova forma societaria si affianca alla srl semplificata, introdotta dal decreto legge n. 1/2012 all’articolo 2463 bis del codice civile. Ricordiamo che la srl semplificata può essere costituta, con contratto o atto unilaterale da persone fisiche che non abbiano superato l’età dei 35 anni. Già dal limite anagrafico si coglie la differenza tra la srl semplificata e quella a capitale ridotto. Quest’ultima infatti può essere costituita da persone fisiche che invece abbiano compiuto 35 anni alla data della costituzione, da realizzarsi sempre con contratto o atto unilaterale. Una novità questa introdotto dopo le numerose critiche piovute nei confronti della srl semplificata, considerata del tutto inutile visto che quando si superano i 35 anni, la società da semplificata debba trasformarsi in srl ordinaria, con tutti i relativi costi e spese annesse.

 

Srl a capitale ridotto: atto costitutivo

Ma a parte questa differenza sostanziale, le analogie tra srl semplificata e srl a capitale ridotto, così come introdotta dal decreto sviluppo 2012, sono tante. Il secondo comma dell’articolo 44 del DL 83/12 afferma che l’atto  costitutivo deve essere redatto per atto pubblico e deve indicare gli elementi di cui al secondo comma dell’articolo 2463-bis del codice civile.

Ciò comporta che l’atto costitutivo della nuova S.r.l. a capitale ridotto deve contenere:

  • il cognome, il nome, la data, il luogo di nascita, il domicilio, la cittadinanza di tutti i soci;
  • la denominazione sociale contenente l’indicazione di società a responsabilità limitata a capitale ridotto e il comune ove sono poste la sede della società e le eventuali sedi secondarie;
  • l’ammontare del capitale sociale, che corrisponde a quello previsto per la srl semplificata, ossia di importo variabile da 1 ad un massimo di 9,999 euro (per questo si chiama a capitale ridotto);
  • l’attività che costituisce l’oggetto sociale;
  • la quota di partecipazione di ciascun socio;
  • le norme relative al funzionamento della società, indicando quelle concernenti l’amministrazione, la rappresentanza;
  • le persone cui è affidata l’amministrazione e l’eventuale soggetto incaricato di effettuare la revisione legale dei conti.

 

Srl a capitale ridotto: ammistrazione

Proprio in riferimento alle persone cui si affida l’amministrazione della società, l’articolo 44 secondo comma del dl n. 83/12 dispone che lo stesso atto costitutivo può prevede che l’amministrazione della srl a capitale ridotto possa essere affidata a una o più persone fisiche anche diverse dai soci, mentre nella srl semplificata gli amministratori possono essere solo i soci.

 

Srl a capitale ridotto: anche qui statuto standard?

Come per la srl semplificata, anche per la srl a capitale ridotto, l’atto costitutivo deve essere redatto per atto pubblico, ma non si fa espressa menzione al fatto che, come per le srl semplificate, l’atto costitutivo in oggetto deve essere redatto secondo il modello di statuto standard di cui ancora si attende l’adozione da parte del Ministero della giustizia di concerto con quello dell’economia e dello sviluppo economico.

 

Srl a capitale ridotto: atti e corrispondenza

Continuando nell’analisi dell’articolo 44 del DL 83/12, si legge che la denominazione di società a responsabilità limitata a capitale ridotto, l’ammontare del capitale sottoscritto e versato, la sede della società e l’ufficio del registro delle imprese presso cui questa è iscritta devono essere indicati negli atti, nella corrispondenza della società e nello spazio elettronico destinato alla comunicazione collegato con la rete telematica ad accesso pubblico. Infine si conclude la disposizione prevedendo che per tutta la restante disciplina della nuova forma societaria trovano applicazione le norme previste per la srl ordinaria e contenute nel libro V, titolo V, capo VIII, in quanto compatibili.

 

 Srl a capitale ridotto e srl semplificata: differenze e analogie

Con il decreto sviluppo 2012 allora vengono a delinearsi in concreto tre tipologie di società a responsabilità limitata, presenti nel nostro sistema ordinistico: accanto alla srl ordinaria, abbiamo quella semplificata (per giovani under 35 anni) e quella a capitale ridotto ( per soggetti sopra i 35 anni di età). Se la disciplina di queste ultime presenta delle analogie, anche le differenze sono evidenti e i problemi interpretativi non tarderanno ad arrivare, ad esempio in riferimento alle agevolazioni previste per la srl semplificata in termine di diritti di bollo, di segreteria e di onorari notarili che sono esenti per la srl semplificata, ma queste esenzioni non sembrano applicarsi alla nuova srl a capitale ridotto. La norma del decreto sviluppo 2012 sembra essere stata scritta in tutta fretta esclusivamente per “accontentare” chi, superando il limite anagrafico dei 35 anni imposto per la costituzione della srl semplificata, lamentava un’indebita esclusione dalla possibilità di avviare una società a responsabilità limitata in maniera snella e senza costi. Si attendono pertanto i dovuti chiarimenti.

 

Segui la discussione sul nostro forum:

La srl a capitale ridotto per over 35enni

 

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Aziende e Società