La pensione un diritto per pochi, il REI lo stesso, alla fine ci rimane la povertà

Il nostro lettore le ha provate tutte per andare in pensione: per l’Ape sociale non aveva la NASPI, per l’APe Volontario era un cattivo pagatore, disoccupato e alla ricerca disperata di un lavoro, ma niente, è troppo vecchio, così si è sentito più volte rispondere. Allora l’ultima spiaggia il REI, ma anche quello gli è […]

di Angelina Tortora, pubblicato il
pensione

Il nostro lettore le ha provate tutte per andare in pensione: per l’Ape sociale non aveva la NASPI, per l’APe Volontario era un cattivo pagatore, disoccupato e alla ricerca disperata di un lavoro, ma niente, è troppo vecchio, così si è sentito più volte rispondere.

Allora l’ultima spiaggia il REI, ma anche quello gli è stato negato, scrive una lettera alle autorità e ad una dottoressa che spesso tratta temi di pensione in TV. La sua lettera di richiesta.

La lettera di Roberto

Sono un semplice cittadino come tanti, seguendo trasmissioni in tv e suoi interventi, ho preso spunto per inviarle un semplice messaggio,è un caso disperato, ma non chiedo favori, dovrebbe solo essere cosi gentile di una risposta, perando che possa trovare 2 minuti del suo prezioso tempo.

Sono disoccupato dal dic. 2016, ho fatto la prima domanda APE SOCIAL bocciata perché, avevo lavorato 3 mesi G/A 2016 con un contratto a termine, in più ho fatto domanda NASPI con 3 giorni di ritardo.

Faccio la seconda domanda APE SOCIAL che che comprendeva i contratti a termine ma.….c’era sempre il problema naspi. Subito dopo faccio domanda APE VOLONTARIA, bocciata perché cattivo pagatore, una riflessione……..ma secondo Lei se avevo una vita tranquilla avrei chiesto l’anticipo pensione pagando interessi ???

Allora presento modello ISEE nel 2018 con reddito 2016 di 4,330.00 euro ma vanno tutti sulla riga ISRE che come Lei sa non può superare i 3.000.00 euro, quindi rifiutato anche questo.

Sento spesso parlare del reddito d’inclusione, sono persona sola, senza casa, auto ferma rotta e dormo da amici, il tutto peraltro, se non erro di 187 euro mensili??

Non ho scampo da tutte le leggi elencate, quindi senza un lavoro dovrò attendere la pensione di vecchiaia che nel frattempo è aumentata di 5 mesi.

Mi può cortesemente solo spiegare la soglia dei 3000 euro ???? Cosa cambia, stando comunque sotto l’importo ISEE, vivere con  3.000 o 4000 all’anno ??

Al di là del colore politico, le leggi vanno rispettate, ma le sembrano giuste per aiutare chi è veramente indigente e disoccupato?

Mi aspetto solo cortesemente una breve risposta. Cordialmente

La risposta non tarda ad arrivare, ma delude di gran lunga il nostro lettore. Per la privacy non pubblicheremo la lettera della dottoressa, ma vi posso assicurare che è deludente e lo capirete da quello che poi Roberto gli risponde.

Roberto amareggiato e deluso le risponde in questo modo.

Risposta di Roberto

Buongiorno, la ringrazio per l’attenzione dedicata alla mia lettera, purtroppo come lei ha fatto notare, queste leggi e agevolazioni, creano solo disparità e disuguaglianze tra i poveri, perché è di questo che si tratta. Parliamo di situazione al limite di vita, situazioni come la mia e come tante persone, che diventano un jolly nelle vostre mani. Sembra un puzzle da completare, dove i paletti corrispondono alle persone, i pezzi mancanti.

Una riforma che si rispetti deve comprendere tutti, non può scegliere solo una platea di contribuenti, non si può fare una distinzione di meno povero, la povertà è unica e siamo noi Italiani a viverla giorno dopo giorno. Non chiedo la luna, chiedo la possibilità di andare in pensione, ho lavorato una vita intera, e mi trovo senza lavoro, con contributi versati e mi si nega il diritto, per i tanti paletti.

Non ci sono agevolazioni per me, io sono un Italiano, cosa devo fare?.

Io non trovo risposta e nel leggere la Sua lettera ho provato solo un grande sconforto. Per me Italiano disoccupato con 34 anni di contributi versati… non c’è niente, nemmeno il diritto di vivere dignitosamente.

PS. nel mio comune di residenza non hanno neanche acqua per cani e gatti e, siamo a 15 km da Roma. Cordialmente

Se qualcuno ha la possibilità di offrire a Roberto un lavoro, mi contatti  [email protected]

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Lettere, News diritto, Ape Social