Manovra, tra quota 100, stretta al contante e lotteria degli scontrini

Si è concluso da poche ore il Consiglio dei Ministri che ha dato alla luce il Documento Programmatico Di Bilancio, già inviato all’Unione Europea.

di , pubblicato il
Si è concluso da poche ore il Consiglio dei Ministri che ha dato alla luce il Documento Programmatico Di Bilancio, già inviato all’Unione Europea.

Tante le novità all’odine del giorno; conferme di quanto già preannunciato, ma anche qualche novità sulla bozza del decreto appena discusso in Consiglio Dei Ministri.

La manovra

Di seguito verranno elencate tutte le più importanti novità approvate:

Quota 100
Quota 100, tanto cara alla Lega di Matteo Salvini, viene mantenuta e, anzi, viene posta in essere una rivalutazione da 6 euro l’anno.

Stretta ai contanti
Viene abbassata la soglia per il pagamento in contanti da 3.000 euro a 1.000 Euro.

Lotteria degli scontrini
Estrazioni di premi per chi paga con carta di credito o bancomat, sia per i consumatori che per i commercianti. Sono stati stanziati, a tale scopo, 70 milioni di euro.
I commercianti che non permetteranno ai propri clienti di partecipare a questa lotteria potrebbero essere sanzionati con multe da 500 euro fino a 2.000 euro.

Sanzioni per chi non accetta il pagamento attraverso strumenti elettronici
Multe da 30 euro, più il 4% del valore di quanto pagato, per gli esercenti che non accettano il pagamento attraverso carta di credito o bancomat.

Tasse su vincite da gioco
Tassa sui premi di slot machine, gratta e vinci, e simili.
Per gli importi superiori a 500 euro verrà applicata una tassa del 15% che aumenterà progressivamente in base all’entità della vincita stessa.

Fatture elettroniche
Dal 2021, obbligo di fatturazione elettronica anche per i medici.

Digital Tax
Come già ampiamente annunciato nei giorni scorsi, viene formalizzata la “Digital Tax” che prevede un imposta del 3% sui ricavi di società di servizi digitali con un volume d’affari superiore a 750 milioni.

Seggiolini anti-abbandono
Contributo fisso di 30 auro per l’acquisto di seggiolini anti-abbandono.

Iva alle autoscuole
Spinosa la questione dell’iva per le autoscuole. Viene definitivamente sancita la non esenzione iva per tali esercenti, ma non vi sarà alcuna retroattività.

Incentivi per la rottamazione di vecchi veicoli
Nuovo contributo, da 2.000 euro a 20.000 euro, per l’acquisto di un nuovo veicolo, contestualmente alla rottamazione di uno vecchio fino a Euro IV di massa pari o superiore a 3,5 tonnellate.

Niente nuove tasse, invece, per l’acquisto di nuove Sim.

Proposta, quest’ultima, che nei giorni scorsi aveva destato non poche polemiche e perplessità.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , ,

I commenti sono chiusi.