La legge di Bilancio non si cambia: arriva la lettera UE

La Manovra 2017, va avanti, arriva la lettera Ue all'Italia, in discussione le spese su terremoto e sugli migranti.

di , pubblicato il
La Manovra 2017, va avanti, arriva la lettera Ue all'Italia, in discussione le spese su terremoto e sugli migranti.

La legge di Bilancio non sarà cambiata, arriva la tanto attesa lettera dell’UE. L’Unione Europea chiede con questa lettera chiarimenti, entro due giorni, sulle spese per il terremoto e sugli migranti. Queste spese gravano sul deficit di bilancio nel 2017 di circa il 2,3%.

Legge di Bilancio e lettera UE

L’unione Europa chiede che entro il 27 ottobre 2016, vengano chiariti alcuni punti inseriti nel bilancio programmatico del 2017. Secondo la lettera dell’UE, l’Italia non avrebbe rispettato il patto di Stabilità e crescita, impegni presi lo scorso maggio.

E secondo quanto si legge nella lettera, l’UE suggerisce un cambiamento del bilancio strutturale per il 2017.

Legge di Bilancio e lettera UE: Renzi non ci stà e attacca

Il Premier Renzi e il ministro allo Sviluppo economico Carlo Calenda (negli studi di Porta a Porta), chiariscono che l’Italia non è sotto esame. Inoltre il premier Renzi afferma: “Se l’Ue vuole abbassare le spese per i migranti in Italia, noi abbassiamo le spese. Se aprono le porte, noi abbassiamo spese, invece della bocca aprano il portafoglio“.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , ,