La detrazione Irpef aumenta al 24% per i finanziamenti ai partiti

Le erogazioni liberali devono avere un importo compreso tra 50 e 10mila euro annui e devono essere effettuate solo con versamenti bancari o postali. Dal 2014 la detrazione Irpef aumenterà al 26%

di Redazione InvestireOggi, pubblicato il
Le erogazioni liberali devono avere un importo compreso tra 50 e 10mila euro annui e devono essere effettuate solo con versamenti bancari o postali. Dal 2014 la detrazione Irpef aumenterà al 26%

La legge sui finanziamenti ai partiti politici è stata pubblicata e tra le novità si segnala l’aumento della detrazione Irpef per le erogazioni liberali agli stessi movimenti e partiti, che arriva al 24% dal prossimo anno.

 

Pubblicata in Gazzetta Ufficiale la legge 96/2012, che detta norme in materia di riduzione dei contributi pubblici ai partiti e dei movimenti politici, modificando soprattutto le regole previste per le detrazioni fiscali in caso di  erogazioni liberali in favore di partiti e di movimenti politici.

 

Finanziamenti ai partiti:  novità 2012

La legge 96/2012, intitolata “Norme in materia di riduzione dei contributi pubblici in favore dei partiti e dei movimenti politici, nonché misure per garantire la trasparenza e i controlli dei rendiconti dei medesimi. Delega al Governo per l’adozione di un testo unico delle leggi concernenti il finanziamento dei partiti e dei movimenti politici e per l’armonizzazione del regime relativo alle detrazioni fiscali”, entra in vigore il prossimo 24 luglio 2012 e porta con sé numerose novità.

 

Finanziamenti partiti: aumento detrazione Irpef

Dal punto di vista fiscale, merita segnalare soprattutto l’aumento della quota di detrazione dell’imposta sul reddito delle persone fisiche, l’Irpef, per le erogazioni liberali in denaro nei confronti di partiti e movimenti politici. In particolare la modifica da parte della legge n. 96/2012 ha interessato l’articolo 15, comma 1 bis del Tuir, per cui dall’imposta lorda Irpef si detrae un importo pari al 24% per il 2013, che diventa il 26% dal 2014 delle erogazioni liberali verso partiti politici che abbiano presentato liste o candidature elettorali alle elezioni per il rinnovo del Parlamento italiano e dei membri di quello europeo, oppure che abbiano almeno 1 rappresentante eletto a consiglio regionale o ai consigli delle province autonome di Treno e Bolzano. Le detrazioni al 24 o al 26% sono previste per erogazioni di importi compresi tra 50 e 10mila euro all’anno, da effettuarsi solo mediante versamenti bancari o postali.

 

Campagna elettorale: Iva ridotta

Altra novità che interessa i partiti politici nella nuova legge sui finanziamenti, prevede che, in merito alle campagne elettorali, l’aliquota Iva al 4%, trovi applicazione anche per l’acquisto di messaggi politici ed elettorali sui siti web. Si ricorda a questo punto come il legislatore, già nel 1993, ha previsto l’applicazione dell’Iva con aliquota ridotta al 4% per l’acquisto di materiale tipografico, attinente alle campagne elettorali, commissionato da partiti, movimenti politici, liste di candidati e dagli stessi candidati. In seguito, siamo nel 2004, l’Iva al 4% viene poi estesa ad altre tipologie di beni e servizi.

 

Pubblicità elettorale on line: Iva al 4%

L’aliquota IVA del 4% si applica, infatti, per il materiale tipografico, inclusi carta e inchiostri in esso impiegati, per l’acquisto di spazi d’affissione, di comunicazione politica radiotelevisiva, di messaggi politici ed elettorali sui quotidiani e periodici, per l’affitto dei locali e per gli allestimenti e i servizi connessi a manifestazioni, nei novanta giorni precedenti le elezioni della Camera e del Senato, dei membri del Parlamento europeo spettanti all’Italia nonché, nelle aree interessate, nei novanta giorni precedenti le elezioni dei presidenti e dei consigli regionali e provinciali, dei sindaci e dei consigli comunali e circoscrizionali, commissionati dai partiti e dai movimenti, dalle liste di candidati e dai candidati. Ora la legge 96/2012 prevede, anche in considerazione dello sviluppo delle nuove tecnologie, che l’aliquota Iva al 4 per cento trovi applicazione anche per i messaggi elettorali che passano sul web.

 

 Segui la discussione nel nostro forum:

Detrazione irpef e finanziamenti ai partiti

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Redditi e Dichiarazioni