La Banca blocca i conto correnti dei clienti, richiesta revoca del provvedimento

La Banca blocca i conto correnti, Confedercontribuenti invia una missiva per tutelare i cittadini, a fronte di un provvedimento ingiusto.

di , pubblicato il
la banca blocca i conto correnti

La Banca ha bloccato i conto correnti dei propri clienti per 30 giorni, per effetto del Commissariamento Banca Base di Catania. Nell’articolo pubbliato il 16 febbraio 2018: La Banca blocca i conti correnti dei clienti per 30 giorni, richiesto intervento MEF, vi avevamo informato della richiesta della Confedercontribuenti per la richiesta immediata di un intervento al MEF. Confedercontribuenti ci ha inviato la missiva inviata al Ministro dell’Economia dott. Pier Carlo Padoan E p.c. Al Direttorio – Banca d’Italia – ROMA
All’Unità Gestione delle Crisi – Banca d’Italia – ROMA, per tutelare i cittadini, a fronte di un provvedimento ingiusto quale il blocco dei conto correnti.

Banca blocca conto correnti: la missiva

Al Ministro dell’Economia dott. Pier Carlo PADOAN
Via dei Normanni, 5
ROMA
E p.c. Al Direttorio – Banca d’Italia – ROMA
All’Unità Gestione delle Crisi – Banca d’Italia – ROMA

Oggetto: Commissariamento Banca Base di Catania – richiesta revoca provvedimento sospensione operatività dei correntisti

Egregio Ministro Padoan, il sottoscritto Carmelo Finocchiaro, presidente nazionale di Confedercontribuenti

Premesso

– che la Banca Base (Banca Sviluppo Economico) fu costituita il 30.5.2007 con obiettivo primario lo sviluppo economico del territorio della città di Catania e di quello della Sicilia orientale;

– che con provvedimento della Banca d’Italia del 13 febbraio 2018 sono stati nominati gli Organi di amministrazione straordinaria di Banca Base con la sospensione per un mese del pagamento delle passività di qualsiasi genere, nonché della restituzione degli strumenti finanziari alla clientela;

– che per un mese verrà meno la possibilità di poter far fronte ai tanti bisogni delle imprese e delle famiglie;

– che per le imprese si verificherà un discredito nei confronti dei propri fornitori che si vedranno tornare indietro assegni con il rischio per molte imprese del blocco delle forniture.

Per quanto in premessa, si chiede che si proceda alla revoca della sospensione dell’operatività dei correntisti, provvedimento mai verificato in altri commissariamenti e che nelle more venga emesso un decreto di sospensione di tutti i pagamenti dovuti all’Erario fino al termine del blocco, non essendoci alcuna responsabilità da parte dei contribuenti, clienti di Banca Base.

Auspicando in un celere incontro di confronto, si porgono cordiali saluti.

Roma, 16/02/2018                                                                                  Carmelo Finocchiaro – Presidente Nazionale Confedercontribuenti

Argomenti: ,