Jobs Act e cassa integrazione: anche alle piccole imprese

La cassa integrazione viene estesa anche ai dipendenti delle PMI con almeno 5 dipendenti.

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
La cassa integrazione viene estesa anche ai dipendenti delle PMI con almeno 5 dipendenti.

Con il decreto attuativo del Jobs Act “ammortizzatori sociali in costanza di rapporto di lavoro”, in vigore dallo scorso 24 settembre ha introdotto la cassa integrazione anche per le PMI con almeno 5 dipendenti.   Scende da 15 a 5 il tetto sopra il quale le PMI hanno diritto alla cassa integrazione per i propri dipendenti per una durata massima di 24 mesi, che posso diventare 36 in presenza dell’applicazione dei contratti di solidarietà. Durante la solidarietà, e previo accorso aziendale, l’orario di lavoro di ogni singolo lavoratore è ridotto al massimo del 70% con una riduzione media del 60%,   La cassa integrazione può essere concessa a lavoratori assunti da almeno 90 giorni anche con contratto di apprendistato. Il trattamento che si amplia a 600mila imprese e vede una platea di circa 5,6 milioni di dipendenti, resta invariato all’80% della retribuzione.   Per concedere la CIGS, cassa integrazione straordinaria, i paletti diventano più rigidi ed escludono, dal 1 gennaio 2016, i casi di cessazione di attività o un ramo di essa.   I contributi a carico delle imprese per finanziare la cassa integrazione ordinaria cambiano e vanno a pesare maggiormente su quelle aziende che effettivamente utilizzano l’ammortizzatore sociale.   Fino a 50 dipendenti si versa l’1,7%, sopra i 50 dipendenti il 2% della retribuzione. Per gli operai delle imprese edili le percentuali sono più elevate e arrivano al 4,7%, mentre per i lapidei sono del 3,3%.   Per quanto riguarda, invece, la CIGS il sistema di contribuzione non cambia e resta fissato allo 0,9% della retribuzione di cui lo 0,6% a carico dell’impresa e lo 0,3% a carico del lavoratore.   Per tutte le PMI con almeno 5 dipendenti c’è l’obbligo di iscrizione ai Fondi di Solidar

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Cassa integrazione