Aumento Iva, acconti fiscali e sigarette elettroniche, via libera al decreto occupazione

Confermato il rinvio al 1 ottobre dell'aumento Iva al 22%, così come il rialzo degli acconti Irpef, Ires e Irap nonchè la tassa sulle e cig da gennaio 2014. Il tutto con il via libera al decreto occupazione

di , pubblicato il

Con il via libera al decreto occupazione, il D.L. n. 76 del 2013 trovano conferma una serie di importanti misure fiscali: dall’aumento Iva 22%, aumento acconti fiscali, Irpef, Irap e Ires, nonché la tassa sulle ecig, le sigarette elettroniche.

Aumento aliquota Iva 22% al 1 ottobre 2013

Partendo dall’aumento del’aliquota Iva dal 21 al 22%, il via libera al decreto occupazione ha confermato il mini rinvio al 1 ottobr, lasciando comunque la porta aperta per un possibile differimento alla’anno nuovo ma il problema, ancora una volta, è il reperimento delle risorse economiche necessarie. (Si rinvia ai nostri articoli Imu e aumento Iva, è caccia alla copertura finanziaria). Per ora il mini rinvio viene finanziato con l’aumento dell’acconto Irpef, Irap e Ires.

Acconti fiscali in aumento

Altra misura fiscale che trova conferma con il via libera al D.L. n. 76 del 2013 riguarda l’aumento degli acconti fiscali. Così già da novembre, aumenta dal 99 al 100% l’acconto Irpef e da 100 a 101% l’acconto Ires. Per ciò che riguarda l’acconto Irpef, l’aumento del 100% di quanto versato nell’anno precedente si applicherà già dal 2013. Poiché per le persone fisiche il periodo d’imposta coincide con l’anno solare, l’impatto si avrà esclusivamente sulla seconda o unica rata di acconto. I contribuenti perciò dovranno pagare la differenza tra l’importo dovuto secondo le nuove regole e quanto già versato a luglio. (Si rinvia al nostro articolo Acconto Irpef 2013, tutto su scadenze e importi).

Tassa sigarette elettroniche dal 1 gennaio 2014

Confermata anche l’accisa sulle sigarette elettroniche dal 1 gennaio 2014, che sarà pari al 58,5% del prezzo di vendita al pubblico. (Si rinvia al nostro articolo Tassa sigarette elettroniche, ecco finanziato il rinvio dell’aumento Iva).

Divieto pubblicità e cig

Sempre sulle sigarette elettroniche viene imposto il divieto di pubblicità. A vigilare sulla commercializzazione sarà l’Agenzia delle dogane e dei monopoli, in attesa di complessivo riordino della disciplina, mentre un prossimo decreto del Mef stabilirà entro fine ottobre le modalità con le quali gli operatori dovranno presentare l’istanza per la commercializzazione delle e-cig, come pure per la variazione dei prezzi di vendita e per la prestazione della cauzione.

 [fumettoforumright]

Potrebbe interessarti anche:

Decreto occupazione, dall’aumento Iva 22% al bonus assunzione: ecco tutte le misure

 

Argomenti: ,