ISEE 2015: come ottenerlo

Ecco le istruzioni INPS per ottenere il nuovo ISEE 2015 necessario per l'accesso a prestazioni assistenziali di Stato e comuni

di , pubblicato il
Ecco le istruzioni INPS per ottenere il nuovo ISEE 2015 necessario per l'accesso a prestazioni assistenziali di Stato e comuni

Anno nuovo, ISEE nuovo: ecco le istruzioni dell’INPS per ottenere l’ISEE (Indicatore sella situazione economia equivalente) 2015.

ISEE 2015: cosa è cambiato

E’ stato l’articolo 5, del decreto legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito con modificazioni dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214 a prevede una revisione delle modalità di determinazione e dei campi di applicazione dell’Indicatore della situazione economica equivalente. Rispetto alla disciplina previgente, non vengono modificate né la definizione né il metodo di calcolo dell’Indicatore della situazione economica equivalente, quale rapporto tra l’ISE (indicatore della situazione economica)e la scala di equivalenza. Non viene modificata neanche la nozione dell’ISE, che è il valore dato dalla somma dei redditi e da una quota (il 20%) dei patrimoni mobiliari ed immobiliari di tutti i componenti il nucleo familiare. L’Indicatore della situazione economica equivalente continua ad essere lo strumento di valutazione per l’accesso alle “prestazioni sociali agevolate” che sono  prestazioni sociali non destinate alla generalità dei soggetti, ma limitate a coloro che sono in possesso di particolari requisiti di natura economica, ovvero prestazioni sociali non limitate al possesso di tali requisiti, ma comunque collegate nella misura o nel costo a determinate situazioni economiche.

 Le nuove tipologie di ISEE

Gli Indicatori della situazione economica equivalente previsti dalla riforma sono i seguenti:

  •  ISEE standard o ordinario: tale indicatore è valevole per la generalità delle prestazioni sociali agevolate;
  • ISEE Università: per l’accesso alle prestazioni per il diritto allo studio universitario va identificato il nucleo familiare di riferimento dello studente, indipendentemente dalla residenza anagrafica eventualmente diversa da quella del nucleo familiare di provenienza;
  • ISEE Sociosanitario: per l’accesso alle prestazioni sociosanitarie, ad esempio assistenza domiciliare per le persone con disabilità e/o non autosufficienti, è possibile scegliere un nucleo ristretto (solo beneficiario, coniuge e figli) rispetto a quello «standard»;
  • ISEE Sociosanitario-Residenze: tra le prestazioni socio-sanitarie alcune regole particolari si applicano alle prestazioni residenziali (ricoveri presso residenze socio-sanitarie assistenziali – RSA, RSSA, residenze protette, ad esempio ospitalità alberghiera presso strutture residenziali e semiresidenziali per le persone non assistibili a domicilio);
  • ISEE Minorenni con genitori non coniugati tra loro e non conviventi:per le prestazioni agevolate rivolte ai minorenni che siano figli di genitori non coniugati tra loro e non conviventi occorre prendere in considerazione la condizione del genitore non coniugato e non convivente per stabilire se essa incida o meno nell’indicatore del nucleo familiare del minorenne;
  • ISEE Corrente: consente di calcolare un indicatore con riferimento ad un periodo di tempo più ravvicinato al momento della richiesta della prestazione nell’ipotesi in cui nei 18 mesi precedenti la richiesta si sia verificata una variazione della situazione lavorativa di un componente del nucleo (ad esempio, risoluzione del rapporto o sospensione dell’attività lavorativa).

  APPROFONDISCI – Isee 2015, debutto rinviato. Ecco perchè

 ISEE 2015: come si ottiene

Per ottenere il nuovo Indicatore della situazione economica equivalente 2015, occorre compilare uno dei nuovi modelli, differenziati e revisionati con i nuovi parametri di valutazione del reddito, da scaricare dal sito istituzionale INPS seguendo il percorso “Servizi online > ISEE 2015” che permette anche l’acquisizione, la gestione e  la consultazione della Dichiarazione Sostitutiva Unica (la cosiddetta DSU).

Argomenti: ,