Invalidità: visita medica della Commissione, è possibile chiedere l’annullamento?

Il verbale invalidità non è coerente con la situazione di gravità del richiedente, in quanto la visita medica è risultata superficiale e non adatta, cosa è possibile fare?

di , pubblicato il
invalidità civile

Verbale invalidità discordante dallo stato fisico del lavoratore, è questa una cosa che succede spesso, in molti lamentano la superficialità delle commissioni mediche nella valutazione dello stato del paziente e dell’accertamento dell’handicap. Il più delle volte il richiedente è costretto a fare ricorso per far valere i propri diritti. Analizziamo il caso di un nostro lettore.

Verbale invalidità con visita medica superficiale

Buongiorno, sono reduce da una visita presso la commissione INPS  per l’accertamento di aggravamento dell’invalidità attualmente al 34%.

La commissione non mi ha riconosciuto nemmeno un punto confermandomi la valutazione precedente. Io vorrei ricorrere non in via giurisdizionale ma amministrativa in quanto secondo me la visita è stata condotta superficialmente, in tutta fretta e in modo non rispettoso della privacy: nel dettaglio, mi hanno fatto entrare con due ore di ritardo in quanto avevano saltato il mio appuntamento.

Mi hanno chiesto se ero sposato, se avevo figli, se convivevo, dove abito e a che piano, se c’è o meno l’ascensore ecc… Mi hanno fatto la digitopressione sulla schiena attraverso un busto (che indossavo e che mi hanno detto di poter tenere indossato), nemmeno la patente hanno scritto giusta, io ho la C e non la B, quando parlavo mi interrompevano dicendo “la cosa non ha rilievo” “non ci interessano i suoi problemi di lavoro” mentre io stavo parlando di quando si erano manifestati i problemi fisici. Un disastro di visita! mi chiedo se si possa ricorrere per annullare una visita così irrispettosa della persona prima che del malato. Grazie.

Lei non può chiedere l’annullamento ma può fare ricorso per far valere i suoi diritti. Il ricorso va presentato quando non si ritiene idoneo il giudizio finale della Commissione medica sanitaria ASL.

Verbale invalidità e valutazione medica

A mio avviso, lei può presentare un ricorso giurisdizionale entro sei mesi dalla notifica del verbale. Se non presenta la domanda in questo lasso di tempo, per far valere i suoi diritti, deve inoltrare una nuova domanda.

Il giudice predispone la visita di un consulente CTU, il quale dovrà valutare l’effettivo handicap funzionale.

Anche a questa valutazione medica è possibile fare ricorso, sempre che ci sia una documentazione medica tale da poter ribaltare l’esito.

In riferimento al ricorso amministrativo viene presentato quando l’ente non riconosce in base ai requisiti non sanitari, il beneficio economico.

Le consiglio di rivolgersi ad un avvocato e presentare ricorso lamentando anche la superficialità della visita della Commissione medica competente. Si può rivolgere al patronato che le ha inviato la domanda, di solito si avvalgono di avvocati esperti nel settore previdenziale.

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]
“Visto il sempre crescente numero di persone che ci scrivono vi chiediamo di avere pazienza per la risposta, risponderemo a tutti.
Non si forniscono risposte in privato.”

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , , ,