Invalidi ciechi assoluti e ipovedenti: quali benefici e agevolazioni spettano?

Quali sono i benefici che spettano ai ciechi assoluti, ai ciechi parziali e agli ipovedenti?

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
Quali sono i benefici che spettano ai ciechi assoluti, ai ciechi parziali e agli ipovedenti?

Con l’articolo 8 della legge numero 6 del 10 febbraio 1992 si è stabilita la pensione per i ciechi assoluti anche se la legge 508 del 1988 precisa che per i ciechi assoluti minorenni la pensione non spetta mentre, invece, spetta l’indennità di accompagnamento. Per poter beneficiare della pensione il reddito annuo personale non deve superare i 16.127,30 euro.

Per i ciechi parziali, invece, sempre rispettando il suddetto limite di reddito, la stessa pensione viene concessa sia a maggiorenni che minorenni, ma l’indennità spetta a coloro che hanno un residuo visivo in entrambi gli occhi non superiore a 1/20 o un campo visivo perimetrico binoculare non superiore al 10%.

Agevolazioni lavorative per non vedenti totali o parziali

Anche per i non vedenti la legge si rifà alla legge 68 del 1999 che regolamenta l’assunzione obbligatoria delle persone con invalidità superiore al 45%. Le persone familiari di un individuo con handicap grave, inoltre, hanno diritto a 3 giorni di permessi mensili retribuiti, così come lo stesso soggetto disabile lavoratore in accordo all’articolo 3 della delle 104 del 1992.

Sempre in accordo con lo stesso articolo della legge 104 genitori, fratelli, sorelle e conviventi di persone con handicap grave possono fruire di un congedo straordinario retribuito di 2 anni che può essere anche frazionato. Il lavoratore, inoltre, che assiste un familiare disabile, o lo stesso lavoratore disabile, ha il diritto di scelta di sede di lavoro più vicina al proprio domicilio e il rifiuto ad un eventuale trasferimento rappresenta un diritto soggettivo.

Agevolazioni trasporti non vedenti e ipovedenti

I soggetti con cecità assoluta, parziale o riconosciuti come ipovedenti gravi, in base alla legge numero 138 del 2001, hanno diritto a sconti anche sui trasporti pubblici nelle seguenti percentuali:

  • del 20% su biglietti ferroviari delle tratte ferroviarie nazionali
  • del 50% se viaggia con un accompagnatore sia il biglietto del minorato che quello dell’accompagnatore
  • del 40% sulla tariffa dei voli nazionali Alitalia per se e per i propri accompagnatori

In alcune regioni i ciechi totali, parziali e gli ipovedenti hanno la possibilità di viaggiare gratuitaente sui trasporti pubblici urbani ed extraurbani.

Agevolazioni automezzo

I minorati della vista, di cui alla legge 138 del 2001, possono acquistare un’autovettura con Iva ridotta al 4% ed in alcune regioni i ciechi totali, parziali ed ipovedenti possono essere esentati totalmente o parzialmente dal pagamento dell’imposta di trascrizione sulle immatricolazioni e sui passaggi di proprietà dei veicoli.

Sempre a ciechi totali, parziali e ipovedenti secondo la legge 138/2001 è riconosciuto il contrassegno H che permette la circolazione nelle zone a traffico limitato e il parcheggio negli spazi appositi.

Altre agevolazioni per ciechi ed ipovedenti

I soggetti ciechi totali, parziali o ipovedenti secondo la legge 138 possono richiedere un volontario del servizio civile quale accompagnatore per assistere alle proprie necessità; per ogni giorno di assistenza, però, gli verranno detratti 93 euro dall’indennità di accompagnamento o dall’indennità speciale.

I ciechi e gli ipovedenti possono godere anche di altre agevolazioni, vediamo di seguito quali sono:

  • per i ciechi assoluti navigazione gratuita su internet
  • riduzione del canone Telecom del 50%
  • agevolazione Iva del 4% per spese condominiali o domestiche per l’abbattimento delle barriere architettoniche
  • agevolazioni aliquote iva al 4% sull’acquisto di alcuni prodotti editoriali
  • acquisto del cane guida con riduzione Irpef del 19% delle spese sostenute
  • detrazione forfettaria di 516,46 euro per il mantenimento del cane guida.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Welfare e previdenza, Agevolazioni fiscali disabili

I commenti sono chiusi.