INPS è disponibile ad assorbire l’INPGI? La parola a Tridico

Il bilancio 2020 dell'Inpgi ha registrato un passivo di 242 milioni di euro. Inpgi potrebbe però essere commissariato dall'INPS.

di , pubblicato il
Il bilancio 2020 dell'Inpgi ha registrato un passivo di 242 milioni di euro. Inpgi potrebbe però essere commissariato dall'INPS.

Le pensioni dei giornalisti sono a rischio. Il bilancio 2020 dellInpgi ha registrato un passivo di 242 milioni di euro. L’Istituto nazionale di previdenza dei giornalisti italiani potrebbe però essere commissariato dall’INPS. E’ una possibilità annunciata da Pasquale Tridico, il Presidente dell’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale.

Inps sarebbe disponibile ad assorbire l’Inpgi“.

Queste le testuali parole di Tridico.

I numeri sono noti, le difficoltà dell’Inpgi come tutti sappiamo sono strutturali.

Spostare i comunicatori o un altro tipo di contribuenti dall’Inps verso l’Inpgi non è la soluzione. Saremmo in grado di assorbire l’Istituto come abbiamo fatto in passato. Siamo disponibili, c’è un’interlocuzione in corso” ha spiegato il presidente dell’INPS.

Pensioni, Tridico: INPS disposta ad assorbire l’Inpgi, la situazione dell’Istituto

Il Cda dell’Inpgi ha approvato un pacchetto di misure finalizzate ad aumentare le entrate e ridurre la spesa. Intende introdurre per 5 anni un contributo straordinario dell’1% per riequilibrare la Gestione previdenziale sostitutiva dell’Ago. Il contributo straordinario è a carico di tutti gli iscritti attivi e dei pensionati. Il contributo servirà ai giornalisti attivi per aumentare la propria posizione previdenziale.

La misura aumenterà il gettito di 15,5 milioni di euro annui – ha spiegato l’Istituto.

Nell’arco di 5 anni, entreranno nelle casse dell’Inpgi 77,5 milioni di euro.

Inpgi: rimodulazione del limite di reddito cumulabile con la pensione

Oltre al contributo straordinario dell’1%, l’Inpgi prevede un’altra misura: la rimodulazione del limite di reddito cumulabile con la pensione. L’attuale soglia di franchigia verrebbe abbassata a 5.000 euro annui.

Questa misura comporterà un risparmio di spesa pensionistica di circa 1,5 milioni di euro all’anno.

Ad ogni modo, l’Istituto ha deciso una deroga per le pensioni d’importo non superiore al trattamento minimo contrattuale annuo del redattore ordinario (attualmente pari a 38.000 euro). In tal caso, ha fissato il limite di reddito cumulabile a 22.000 euro, a partire dal 2022.

“C’è un’interlocuzione in corso” tra Inps e Inpgi

Stando con i piedi per terra, l’idea dell’ingresso dei comunicatori (tra cui i giornalisti che lavorano come ufficio stampa) è decisamente complessa.

Non sarà facile per queste figure professionali decidere di versare contributi ad un Istituto che, nell’ultimo bilancio, ha registrato un passivo di 242 milioni di euro.

Pasquale Tridico ha annunciato la disponibilità da parte dell’Inps di assorbire l’Inpgi rispondendo ad una domanda durante l’audizione alla Commissione parlamentare di controllo sull’attività degli Enti di previdenza ed assistenza sociale.

C’è un’interlocuzione in corso” ha sottolineato Tridico. Staremo a vedere quale sarà l’esito di questa interlocuzione.

Argomenti: ,