Inps: disoccupazione speciale per l’edilizia

La domanda potrà essere presentata solo in via telematica dal prossimo 1 luglio, tramite web, patronato o Contact center. Ulteriori istruzioni sono dettate in una circolare del 23 maggio scorso

di Redazione InvestireOggi, pubblicato il
La domanda potrà essere presentata solo in via telematica dal prossimo 1 luglio, tramite web, patronato o Contact center. Ulteriori istruzioni sono dettate in una circolare del 23 maggio scorso

Dal 1° aprile 2012 la presentazione delle domande di trattamento speciale di disoccupazione per l’edilizia potrà avvenire attraverso uno dei seguenti canali: WEB – servizi telematici accessibili direttamente dal cittadino tramite PIN attraverso il portale dell’Inps, Contact center multicanale – numero verde 803.164 o mediante l’assistenza di Patronati/Intermediari dell’Istituto – attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi. È previsto un periodo transitorio, fino al 30 giugno 2012, durante il quale saranno comunque garantite le consuete modalità di presentazione delle domande. Dal 1° luglio 2012, i tre canali citati diventeranno esclusivi ai fini della presentazione delle istanze di prestazione/servizio.

 

La Circolare Inps n. 73/2012

A fornire istruzioni più dettagliate in merito all’accesso ai servizi telematizzati in materia di trattamenti speciali di disoccupazione per l’edilizia, è la circolare Inps n. 73 del 23 maggio scorso. In essa  si precisa che solo per il trattamento di disoccupazione per i lavoratori edili licenziati, i quali abbiano una anzianità aziendale di almeno 36 mesi, di cui almeno 24 di lavoro effettivamente prestato, ivi compresi i periodi di sospensione del lavoro derivanti da ferie, festività ed infortuni, è possibile una liquidazione provvisoria, attuabile mediante un’apposita domanda di trattamento speciale di disoccupazione per l’edilizia, ai sensi della Legge 6 agosto 1975 n.427, art.9.

 

 Presentazione direttamente da cittadino tramite WEB

Tale domanda può essere presentata in primo luogo mediante connessione con il  sito internet dell’Inps, all’indirizzo www.inps.it, seguendo il percorso consigliato: Al servizio del cittadino – Autenticazione con PIN – Invio domande di prestazioni a sostegno del reddito – Disoccupazione, Mobilità e Trattamenti speciali di disoccupazione per l’edilizia. Per l’accesso al servizio è sempre richiesta l’autenticazione tramite PIN dispositivo rilasciato dall’Istituto oppure tramite CNS (Carta Nazionale dei Servizi) rilasciata da una Pubblica Amministrazione. Se il cittadino è sprovvisto di PIN  dispositivo verrà invitato, attraverso un’apposta finestra di dialogo, a convertire il proprio PIN in PIN dispositivo e all’esito positivo di detta conversione, la domanda verrà acquisita in procedura. Dopo aver compilato tutte le sezioni che seguono (Anagrafica, Ultimo rapporto di lavoro), l’utente dovrà compilare la domanda di trattamento speciale di disoccupazione per l’edilizia di cui alla Legge 427/1975, procedendo all’invio della medesima alla Struttura territorialmente competente. Dopo la fase di invio della domanda l’utente potrà stampare:

  • la ricevuta di presentazione, munita di numero di protocollo, sulla quale verranno evidenziate le integrazioni inserite dal cittadino e le ulteriori informazioni ricavate in automatico dalla procedura stessa (titolarità di pensione ecc.);

  • il modello DS21 COD.SR05 Telematico, che andrà conservato a cura dell’utente ma non presentato all’Istituto.

     

 Presentazione tramite Patronato

 La seconda modalità di presentazione di tale domanda è quella di rivolgersi direttamente al Patronato, che provvederà alla trasmissione telematica della stessa attraverso le funzioni appositamente implementate per tale tipologia di prestazione.

 

 Presentazione tramite Contact Center

 La terza e ultima possibilità riguarda invece la presentazione della domanda di disoccupazione speciale per l’edilizia tramite il Contact Center multicanale, telefonando al Numero Verde 803.164 e per cui, anche in tal caso, è necessario che il cittadino sia munito di PIN dispositivo, altrimenti si procede alla conversione del PIN in PIN dispositivo. E’ all’esito di detta conversione che la domanda verrà acquisita in procedura. Insieme alla domanda di prestazione in oggetto, il cittadino potrà richiedere anche gli ANF e/o le detrazioni d’imposta per familiari a carico.

 

Monitoraggio delle domande di disoccupazione inoltrate

Nella pagina Intranet – nella sezione Processi – Prestazioni a sostegno del reddito – Statistiche, è attualmente presente la funzione di monitoraggio delle domande di disoccupazione ordinaria, che permette di effettuare sia analisi statistiche che verifiche sulla funzionalità del sistema. Tale funzione a breve, precisa nella sua circolare l’Istituto guidato da Mastrapasqua, sarà integrata con quella relativa alle  domande di Trattamenti speciali di disoccupazione per l’edilizia.

 

Sullo stesso argomento potrebbe interessarti anche:

Disoccupazione apprendisti 2012: domande solo online

Contratti a progetto: arriva la disoccupazione una tantum

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Ammortizzatori sociali, Scadenze fiscali

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.