Innalzamento dell’età pensionabile, quali sono gli effetti sui fondi pensione?

L'innalzamento dell'età pensionabile sposta in avanti anche il momento della percezione del fondo, ma cosa comporta tutto questo?

di , pubblicato il
L'innalzamento dell'età pensionabile sposta in avanti anche il momento della percezione del fondo, ma cosa comporta tutto questo?

L’innalzamento dell’età pensionabile sposta in avanti anche il momento della percezione del fondo, ma questo non è l’unico effetto da considerare.

Uno dei temi caldi del dibattito previdenziale è quello di evitare l’innalzamento dell’età pensionabile dal 2019 per effetto del meccanismo di indicizzazione dell’incremento della speranza di vita.

Dopo l’incontro Governo e sindacati del 27 luglio 2017, il Ministero del Lavoro, Giuliano Poletti, ha accettato di fornire chiarimenti sul tema dopo che l’ISTAT avrà fornito gli ultimi elementi di valutazione, quindi tra settembre e ottobre.

Previsione di aumento dell’età pensionabile

Nell’attesa di chiarimenti, la previsione elaborata di recente, ha evidenziato come si potrà delineare il futuro innalzamento dell’età pensionabile.

Dai 66 anni e 7 mesi, in vigore per tutte le categorie di lavoratori dal 2018, si passerebbe a 67 anni a partire dal 2019, quindi a 67 anni e 3 mesi dal 2021. Per i successivi aggiornamenti, a partire da quello nel 2023, si prevede un incremento di due mesi ogni volta. Con la conseguenza che l’età pensionabile salirebbe a 68 anni e 1 mese dal 2031, a 68 anni e 11 mesi dal 2041 e a 69 anni e 9 mesi dal 2051.

Ma quali sono gli effetti dell’innalzamento dell’età pensionabile sulla previdenza complementare?

Fondi Pensione rendimento superiore al 2%, meglio del TFR

Età pensionabile e Fondi pensione

I fondi pensione rappresentano un binario parallelo rispetto alla previdenza obbligatoria. lI diritto alla prestazione pensionistica integrativa, si acquisisce al momento della maturazione dei requisiti pensionistici, con almeno cinque anni di partecipazione alle forme pensionistiche complementari.

Un innalzamento dell’età pensionabile allunga anche il momento della percezione della rendita del fondo pensione.

Il risparmio previdenziale rappresenta un risparmio finalizzato. Con i cambiamenti dell’età pensionabile bisogna tener conto di vari fattori, ad esempio: la linea temporale, il profilo di rischio, il rendimento.

Età pensionabile, stop aumento: Damiano propone l’aritmetica sociale

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,