Indennità di mobilità: spetta nel caso di cambio aziendale?

Se si cambia lavoro e si viene licenziati dopo pochi mesi spetta la mobilità? Cerchiamo di capire cos'è e quando spetta l'indennità di mobilità.

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
Se si cambia lavoro e si viene licenziati dopo pochi mesi spetta la mobilità? Cerchiamo di capire cos'è e quando spetta l'indennità di mobilità.

Buona sera, vorrei un’ informazione riguardo alla mobilità. Lavoro da 20 anni per una azienda nel commercio (posto fisso) se dovessi cambiare lavoro, e anche quest’ultimo sarebbe a tempo indeterminato, se dopo pochi mesi venissi licenziato dal nuovo datore di lavoro, per qualsiasi motivo, avrei sempre diritto alla mobilita? Grazie.

Si parla di mobilità soltanto a seguito di determinati tipi di licenziamento e non per un licenziamento normale. Si parla di mobilità non soltanto per identificare le procedure di licenziamento collettivo ma più in generale per indicare la situazione del lavoratore che, proprio a seguito di una procedura di licenziamento collettivo, o in determinati casi a seguito di licenziamento per motivazione economica, viene a trovarsi senza lavoro.

Quindi questo beneficio spetta soltanto nel caso di licenziamento collettivo per motivi economici e serve per bilanciare la disoccupazione. In ogni caso per la mobilità fa fede l’anzianità in azienda.

I lavoratori collocati in mobilità che hanno un’anzianità aziendale di almeno 12 mesi di cui 6 di lavoro effettivo hanno diritto ad una indennità di mobilità.

L’indennità ha una durata di:

  • 12 mesi in generale
  • 24 mesi per i lavoratori che hanno compiuto 40 anni
  • 36 mesi per i lavoratori che hanno compiuto 50 anni.
Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Lavoro e Contratti, Mobilità