Indennità di disoccupazione in caso di risoluzione consensuale rapporto di lavoro

La nuova indennità di disoccupazione, l'Aspi spetta anche in caso di risoluzione consensuale del rapporto di lavoro intervenuta nel 2012. Lo precisa l'Inps in un suo messaggio del 18 dicembre scorso

di Redazione InvestireOggi, pubblicato il
La nuova indennità di disoccupazione, l'Aspi spetta anche in caso di risoluzione consensuale del rapporto di lavoro intervenuta nel 2012. Lo precisa l'Inps in un suo messaggio del 18 dicembre scorso

Indennità di disoccupazione anche in caso di risoluzione consensuale del rapporto di lavoro intervenuta nel 2012. A precisarlo l’Inps con il messaggio n. 20830 del 18 dicembre scorso.

Indennità di disoccupazione 2013: Aspi e mini Aspi

Abbiamo già avuto modo di chiarire, in questa stessa sede, come la riforma del lavoro del ministro Fornero, la legge 28 giugno 2012 n. 92, ha previsto il debutto il prossimo 1 gennaio 2013 di una nuova indennità di disoccupazione, l’Aspi e la mini Aspi.

 Indennità di disoccupazione e risoluzione rapporto di lavoro consensuale

 Sono esclusi dalla fruizione di queste nuove indennità di disoccupazione, i lavoratori che siano cessati dal rapporto di lavoro per risoluzione consensuale del rapporto di lavoro, fatti salvi i casi in cui quest’ultima sia intervenuta nell’ambito della procedura di conciliazione, nelle ipotesi di licenziamento per giustificato motivo oggettivo ovvero determinato da ragioni inerenti all’attività produttiva, all’organizzazione del lavoro e al regolare funzionamento della stessa. Così se la conciliazione ha avuto esito positivo e sia stata concordata la risoluzione consensuale del rapporto di lavoro, si applica la nuova indennità di disoccupazione in vigore dal 1 gennaio 2013, l’Aspi. ( Potrebbe interessarti anche il nostro articolo Aspi al debutto il 1 gennaio 2013.Chi la percepirà?).

Messaggio Inps del 18.12.2012

 Precisato ciò, con il suo messaggio dello scorso 18 dicembre 2012, l’Istituto Nazionale di previdenza sociale mette il punto su una questione che ha interessato le sedi Inps competenti, per cui ai lavoratori il cui rapporto di lavoro è cessato per risoluzione consensuale, intervenuta in sede conciliativa e attivata dal 18 luglio 2012 (quando è entrata in vigore la riforma del lavoro Fornero) è possibile procedere, in presenza dei necessari requisiti assicurativi e contributivi, all’erogazione dell’indennità di disoccupazione non agricola con requisiti normali, fino agli eventi di cessazione verificati entro il 31 dicembre 2012.

Spetta così sempre alle Sedi Inps competente  provvedere a definire, secondo questo indirizzo interpretativo, le domande di indennità di disoccupazione non ancora definite e al riesame, in autotutela, delle domande respinte di indennità di disoccupazione ordinaria presentate in esito alle predette procedure conciliative attivate a far data dal 18 luglio 2012.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Lavoro e Contratti