Incentivo auto 2013, bonus di 5mila euro non per tutti

Incentivo auto 2013, ecco quali sono i veicoli ecologici che possono essere acquistati con il contributo statale fino a 5.000 euro, in vigore dal prossimo 14 marzo 2013

di Redazione InvestireOggi, pubblicato il
Incentivo auto 2013, ecco quali sono i veicoli ecologici che possono essere acquistati con il contributo statale fino a 5.000 euro, in vigore dal prossimo 14 marzo 2013
Incentivo auto 2013? Ecco i veicoli acquistabili con i finanziamenti verdi

Incentivo auto 2013. Ecco gli ecoincentivi auto 2013 per l’acquisto di un auto elettrica, a metano, Gpl, quindi veicoli a basse emissioni di CO2, grazie alla pubblicazione in GU del decreto del Ministero dello sviluppo economico dell’11 gennaio 2013.

 Ecoincentivi auto 2013, a quanto ammonta

 Gli incentivi statali per l’acquisto di auto ecologiche si identificano in un contributo che varia a seconda del veicolo acquistato e dell’anno di acquisto. Si legge nel decreto infatti che a  coloro  che  acquistano  in  Italia,  anche   in   locazione finanziaria,  un  veicolo  nuovo  di  fabbrica  a   basse   emissioni complessive sono riconosciuti i seguenti contributi:

a. Per gli acquisti effettuati negli anni 2013 e 2014:

      1) 20 per cento del prezzo di acquisto, fino ad un  massimo  di 5.000 euro, per veicoli a basse emissioni complessive  che  producono emissioni di CO2 non superiori a 50 g/km;

      2) 20 per cento del prezzo di acquisto, fino ad un  massimo  di 4.000 euro, per veicoli a basse emissioni complessive  che  producono emissioni di CO2 non superiori a 95 g/km;

      3) 20 per cento del prezzo di acquisto fino ad  un  massimo  di 2.000 euro, per veicoli a basse emissioni complessive  che  producono emissioni di CO2 non superiori a 120 g/km.

b. Per gli acquisti effettuati nell’anno 2015:

      1) 15 per cento del prezzo di acquisto, fino ad un  massimo  di 3.500 euro, per veicoli a basse emissioni complessive  che  producono emissioni di CO2 non superiori a 50 g/km;

      2) 15 per cento del prezzo di acquisto, fino ad un  massimo  di 3.000 euro, per veicoli a basse emissioni complessive  che  producono emissioni di CO2 non superiori a 95 g/km;

      3) 15 per cento del prezzo di acquisto fino ad  un  massimo  di 1.800 euro, per veicoli a basse emissioni complessive  che  producono emissioni di CO2 non superiori a 120 g/km.

 Incentivo auto 2013, ecco i veicoli verdi

 E’ bene quindi precisare quali siano i veicoli il cui acquisto è incentivato dallo Stato. L’elenco lo ritroviamo sempre nel decreto del Mise, il Ministero dello Sviluppo economico, per cui rientrano negli incentivi statali auto 2013:

–    i veicoli a basse emissioni complessive, quindi a trazione elettrica, ibrida, a GPL, a metano, a biometano, a biocombustibili e a idrogeno, che producono emissioni di anidride carbonica (CO2) allo  scarico  non  superiori  a  120g/km  e ridotte emissioni di ulteriori sostanze inquinanti;

–    i veicoli  a  trazione  elettrica,  i  veicoli  dotati  di motorizzazione finalizzata alla sola trazione di tipo elettrico,  con energia  per  la  trazione  esclusivamente  di   tipo   elettrico   e completamente immagazzinata a bordo;

  – i veicoli a trazione ibrida, quindi quelli dotati  di  almeno  una  motorizzazione  elettrica finalizzata  alla  trazione  con  la   presenza   a   bordo   di   un motogeneratore  termico  volto  alla  sola  generazione  di   energia elettrica, che integra una fonte di energia elettrica  disponibile  a

bordo (funzionamento ibrido);

– i veicoli dotati  di  almeno  una  motorizzazione  elettrica finalizzata  alla  trazione  con  la  presenza   a   bordo   di   una motorizzazione di tipo termico volta direttamente alla trazione,  con possibilità  di garantire il  normale  esercizio  del  veicolo  anche mediante il funzionamento autonomo di una sola  delle  motorizzazioni esistenti (funzionamento ibrido bimodale);

– i veicoli dotati  di  almeno  una  motorizzazione  elettrica finalizzata  alla  trazione  con  la  presenza   a   bordo   di   una motorizzazione di tipo termico  volta  sia  alla  trazione  sia  alla produzione di energia elettrica, con  possibilità  di  garantire  il normale  esercizio  del  veicolo  sia   mediante   il   funzionamento contemporaneo delle  due  motorizzazioni  presenti  sia  mediante  il funzionamento autonomo di una sola di  queste  (funzionamento  ibrido multimodale).

L’incentivo auto 2013 è ammesso anche per i  veicoli  a  basse  emissioni complessive acquistati e immatricolati nel periodo compreso tra il 1 gennaio 2013 destinati all’uso di terzi, allorquando  un  veicolo è   utilizzato, dietro   corrispettivo,    nell’interesse    di    persone    diverse dall’intestatario  della  carta  di  circolazione.

L’uso  di   terzi in tal caso comprende:

    a) locazione senza conducente;

    b) servizio di noleggio  con  conducente  e  servizio  di  piazza (taxi) per trasporto di persone;

    c) servizio di linea per trasporto di persone;

    d) servizio di trasporto di cose per conto terzi;

    e) servizio di linea per trasporto di cose;

    f) servizio di piazza per trasporto di cose per conto terzi.

 

Sullo stesso argomento potrebbe interessarti:

Incentivi auto 2013 in vigore dal 14 marzo

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Incentivi auto