Incentivi auto elettriche 2013, ecco cosa sapere

Incentivi auto elettriche, Gpl e a basse emissioni si perdono se entro 90 giorni dalla prenotazione non viene consegnata l'auto. Questi e altri chiarimenti necessari

di Redazione InvestireOggi, pubblicato il
Incentivi auto elettriche, Gpl e a basse emissioni si perdono se entro 90 giorni dalla prenotazione non viene consegnata l'auto. Questi e altri chiarimenti necessari

Incentivi auto elettriche, Gpl e metano. Alcune precisazioni in merito ai contributi 2013 per l’acquisto di auto ecologiche, in partenza dal prossimo 14 marzo.

Incentivi auto 2013

Innanzitutto si deve chiarire che gli incentivi auto 2013 sono delle agevolazioni concesse per l’acquisto di veicoli pubblici o privati, a basse emissioni complessive, intendendo per tali i veicoli che utilizzano combustibili alternativi come l’idrogeno, i biocombustibili, il metano e il biometano, il GPL e l’energia elettrica ed emettono meno di 120 g/km di CO2.

Incentivi auto elettriche e Gpl

In particolare sono oggetti degli ecoincentivi auto 2013 i questione:

  • ciclomotori e motocicli a due o tre ruote (categorie L1, L2, L3, L4, L5)
  • quadricicli (Categorie L6e, L7e)
  • auto (categoria M1)
  • veicoli commerciali leggeri (categoria N1).

 I veicoli il cui acquisto può essere agevolato, devono, oltre ad essere a basse emissioni complessive, devono  essere di prima immatricolazione e devono essere acquistate e immatricolate entro il 31 dicembre 2015. Per veicoli a basse emissioni complessive si intendono i veicoli:

  • elettrici
  • ibridi
  • a GPL
  • a metano
  • a biometano
  • a biocombustibili
  • a idrogeno, che producono emissioni di anidride carbonica (CO2) allo scarico non superiori a 120 g/km.

 Incentivi auto elettriche: a quanto ammonta il contributo?

In tal senso gli ecoincentivi auto 2013 si indentificano in un contributo pari, per tutti i veicoli ammissibili, al 20% del costo (prima delle imposte), risultante dal contratto di acquisto, con un tetto massimo di:
– 5.000€ per i veicoli con emissioni di CO2 non superiori a 50 g/km
– 4.000€ per i veicoli con emissioni di CO2 non superiori a 95 g/km
– 2.000€ per i veicoli con emissioni di CO2 non superiori a 120 g/km.

 Incentivi auto 2013, alcune precisazioni 

Detto ciò, alcune precisazioni sono molto importanti. Innanzitutto si deve precisare che tale contributo può essere erogato solo per veicoli nuovi e non precedentemente immatricolati e che esso deve essere ripartito in parti uguali tra uno sconto del venditore e il contributo statale, viene corrisposto direttamente dal venditore all’acquirente mediante compensazione con il prezzo di acquisto.

 Rottamazione auto non sempre necessaria.. o quasi

 Per poter accedere al contributo non è sempre necessario rottamare un vecchio veicolo. Non è quindi una condizione necessaria la rottamazione. Ciò però è possibile solo nel caso di veicoli con emissioni di CO2 non superiori a 95 g/km e nei limiti delle risorse disponibili per questo particolare caso pari a 4,5 M€.

 Quando si perde l’incentivo auto elettriche

 Dal punto di vista procedurale, si precisa che se entro i 90 giorni dalla prenotazione, i venditori non consegnano il veicolo e non confermano l’operazione, comunicando il numero di targa del veicolo nuovo consegnato e caricando sulla piattaforma la relativa documentazione, si perde il diritto a fruire degli incentivi in questione.  

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Incentivi auto