Incentivi auto 2019: spunta nuova tassa sulle emissioni. Ecco i modelli che pagheranno

Nuova tassa auto e incentivi 2019: quali modelli costeranno di più e quali di meno. Critiche alla proposta di legge

di Alessandra De Angelis, pubblicato il
Nuova tassa auto e incentivi 2019: quali modelli costeranno di più e quali di meno. Critiche alla proposta di legge

In concomitanza con il piano incentivi auto 2019, il governo sta vagliando un emendamento che introduce una nuova tassa auto 2019 fino a tre mila euro e che colpirà i veicoli più inquinanti. Vediamo più nel dettaglio come funzionerà la nuova tassa e perché riguarderà soprattutto le macchine più vecchie.
In pratica il meccanismo alla base adottato ricalca quello del bonus-malus: che significa? Lo Stato prevede agevolazioni fiscali per le auto ecologiche che emettono fino a 90 grammi di biossido di carbonio.

Parallelamente all’incentivo auto (che può andare da 1500 euro a 6 mila euro) si cercherà, per lo stesso principio, di disincentivare l’acquisto di auto inquinanti. Ma proprio qui subentra la polemica e le perplessità sulla nuova tassa, da molti considerata iniqua.
Nel mirino della nuova tassa auto finirebbero le vetture inquinanti, ovvero macchine a benzina e diesel (categoria M1 con valori di emissioni superiori a 110 grammi per km). La sovrattassa da pagare al momento dell’acquisto auto va da 150 euro a tre mila euro.

L’importo preciso varia in funzione de:
• il livello di emissioni di CO2 del veicolo;
• le nove soglie attualmente in fase di studio.

Quanto costerà la Fiat Panda nel 2019 con l’applicazione della nuova tassa?

La Fiat Panda è diventata un simbolo di quello che potrebbe essere il rischio di paradosso di questa proposta: un’utilitaria che subirebbe la sovrattassa e che, quindi, potrebbe costare fino a mille euro di più. E da più fronti hanno sottolineato che chi compra una panda non è tendenzialmente ricco quindi la norma è stata interpretata in maniera critica come un accanimento contro chi già non può permettersi auto ultimi modelli.

Ma quante persone pagherebbero la nuova tassa auto 2019 se dovesse essere approvata e quante godrebbero degli incentivi? Tenendo in considerazione i dati di vendita 2018, sarebbero 120 mila le auto incentivabili e circa 700 mila quelle soggette alla tassa. Al momento comunque si tratta solo di una proposta anche perché sull’argomento, anche le forze al governo appaiono divise: Matteo Salvini non ha nascosto perplessità sulla norma così scritta.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Fisco e tasse, Incentivi auto