Inail rivoluziona i servizi da ottobre: come accedere con SPID, CIE e CNS

Inail rivoluziona i servizi da ottobre: come accedere con SPID, CIE e CNS ai servizi online dell'Istituto. Le istruzioni.

di , pubblicato il
istituto nazionale infortuni

SPID, CIE e CNS dal 1° ottobre 2021 diventano gli unici strumenti per accedere ai servizi digitali Inail, lo ha comunicato l’Istituto in un messaggio pubblicato mercoledì 1 settembre sul proprio sito. L’obbligo riguarda sia coloro che richiedono per la prima volta l’abilitazione sia i soggetti già in possesso di credenziali Inail, che, pertanto, non consentono più di operare dalla data indicata.

Come accedere ai servizi Inail con SPID

L’Inail è stata una delle prime amministrazioni ad adottare SPID (Sistema pubblico per l’identità digitale). Il sistema di autenticazione ideato dall’Agenzia per l’Italia digitale (Agid), permette a cittadini e imprese di accedere con credenziali uniche ai servizi online della PA e dei privati che aderiranno.

Possono utilizzare SPID per accedere ai servizi Inail tutti gli utenti del portale per tutti i servizi. Lavoratori e cittadini potranno avere accesso direttamente alle proprie pratiche, mentre nel caso di servizi che prevedono un profilo autorizzativo specifico – come, per esempio, quelli per i datori di lavoro, i consulenti, i Caf, i Patronati, i medici – l’utente dovrà essere già in possesso del profilo richiesto.

Per autenticarsi ai servizi Inail, gli utenti devono essere dotati di credenziali SPID di secondo livello. A rilasciare gratuitamente le credenziali in questa prima fase sono InfoCert, Poste italiane e Tim. Le credenziali Spid di secondo livello permettono l’accesso sia ai servizi online per i lavoratori, per la consultazione/gestione dei propri dati, sia ai servizi online per le ditte.

Sul portale Inail è possibile scegliere di effettuare il login tramite il sistema di identità digitale cliccando sul pulsante “Entra con SPID” e selezionando dall’elenco il proprio “Identity Provider” (InfoCert, Poste italiane o Tim) per autenticarsi e accedere ai servizi.

Per migliorare l’usabilità, l’Agid ha definito una grafica coerente, che garantisce la standardizzazione delle interfacce per l’accesso ai servizi online tramite identità digitale. Tutte le informazioni sul nuovo sistema sono disponibili sul sito www.spid.gov.it.

Come accedere ai servizi Inail con CIE

La Carta d’identità elettronica (CIE) è la chiave di accesso che permette l’autenticazione ai servizi online attraverso lettori contactless o con la maggior parte dei tablet/smartphone dotati di interfaccia NFC.

In questo caso è possibile autenticarsi seguendo diverse modalità, ovvero:

  • “Desktop” – l’accesso al servizio avviene mediante un computer a cui è collegato un lettore di smart card contactless per la lettura della Cie. Per abilitare il funzionamento della Cie sul proprio computer è necessario installare prima il “Software CIE”;
  • “Mobile” – l’utente accede al servizio mediante uno smartphone dotato di interfaccia NFC e dell’app “Cie ID” e con lo stesso effettua la lettura della Cie;
  • Desktop con smartphone” – l’accesso al servizio avviene da computer e per la lettura della Cie, in luogo del lettore di smart card contactless, l’utente utilizza il proprio smartphone dotato di interfaccia NFC e dell’app “Cie ID”.

Come accedere ai servizi Inail con CNS

La Carta Nazionale dei Servizi (CNS) è uno strumento di identificazione in rete che consente la fruizione dei servizi delle amministrazioni pubbliche. La CNS non contiene la foto del titolare e non richiede particolari requisiti di sicurezza per il supporto plastico. La completa corrispondenza informatica tra CNS e Carta d’Identità Elettronica (CIE) assicura l’interoperabilità tra le due carte.

Per accedere ai servizi Inail tramite CNS basta inserire la propria Smart Card nel lettore e, quando sarà abilitato, procedere cliccando sul pulsante “Entra con Cns”.Una volta richiesto, bisognerà infine inserire correttamente il PIN della Smart Card per proseguire.

Infine, come previsto dalla circolare n. 36 del 19 ottobre 2020, dal 1° dicembre 2020 gli istituti di patronato e di assistenza sociale, i consulenti del lavoro e i soggetti autorizzati ad accedere e operare in qualità di intermediari possono accedere ai servizi online esclusivamente attraverso il Sistema pubblico di identità digitale (SPID), la Carta d’identità elettronica (CIE) o la Carta nazionale dei servizi (CNS).

Dal 28 febbraio 2021, infatti, non sono più rilasciate nuove credenziali Inail.

Argomenti: ,