Inail: come calcolare il premio e l’autoliquidazione 2016

Si avvicina la scadenza per l’autoliquidazione INAIL 2015/2016, il versamento deve essere effettuato entro il 16 febbraio da parte dei datori di lavoro: ecco una guida completa, come effettuare il calcolo del premio e l'invio dell'autoliquidazione Inail.

di , pubblicato il
Si avvicina la scadenza per l’autoliquidazione INAIL 2015/2016,  il versamento deve essere effettuato entro il 16 febbraio da parte dei datori di lavoro: ecco una guida completa, come effettuare il calcolo del premio e l'invio dell'autoliquidazione Inail.

Si avvicina la scadenza per l’autoliquidazione INAIL 2015/2016, versamento deve essere effettuato, come ogni anno, entro il 16 febbraio da parte dei datori di lavoro soggetti all’assicurazione obbligatoria contro infortuni e malattie professionali, anche per gli artigiani senza dipendenti. Sono esclusi dall’autoliquidazione, invece, gli altri “premi speciali unitari” (alunni/studenti, rx e sostanze radioattive, frantoi, pescatori, facchini, ippotrasportatori e vetturini). Entro il 28 febbraio dovrà poi essere presentata la dichiarazione delle retribuzioni telematica, comprensiva dell’eventuale comunicazione del pagamento in quattro rate (leggi 449/1997 e 144/1999), nonché della domanda di riduzione del premio artigiani (legge 296/2006) in presenza dei requisiti previsti, utilizzando i servizi telematici “Invio dichiarazione salari” o “Alpi online”.

Ecco tutte le novità 2016 per autoliquidazione Inail e calcolo del premio

Nuovo servizio “Comunicazione basi di calcolo”, il servizio, che è accessibile ai titolari di codici ditta e agli intermediari per i codici ditta in delega, si aggiunge ai servizi “Visualizza basi di calcolo” e “Richiesta basi di calcolo”, che permettono rispettivamente di visualizzare le basi di calcolo di un determinato codice ditta e di richiedere le basi di calcolo del premio in formato elettronico anche per più codici ditta contemporaneamente. Il servizio è disponibile sul sito Inail: www.inail.it

Informazioni generali su come effettuare l’autoliquidazione Inail e il calcolo del versamento

Entro il 28 febbraio o 29 febbraio in caso di anno bisestile, il datore di lavoro deve presentare la dichiarazione delle retribuzioni telematica, comprensiva dell’eventuale comunicazione del pagamento in quattro rate (ai sensi delle leggi n. 449/97 e n. 144/99), nonché della domanda di riduzione del premio artigiani (ai sensi della legge n. 296/2006), utilizzando i servizi telematici “Invio dichiarazione salari” o “AL.P.

I. online” presenti sul sito www.inail.it. L’esclusività della modalità telematica riguarda soltanto le ditte attive. In caso di cessazione dell’attività, la denuncia delle retribuzioni deve essere presentata entro il giorno 16 del secondo mese successivo a quello di cessazione dell’attività, inviando il modulo cartaceo per PEC. Per l’autoliquidazione 2015/2016 il termine di presentazione della dichiarazione delle retribuzioni corrisposte nel 2015 è il 29 febbraio 2016. Entro il 16 febbraio il datore di lavoro deve:

  • calcolare il premio anticipato per l’anno in corso (rata) e il conguaglio per l’anno precedente (regolazione);
  • conteggiare il premio di autoliquidazione dato dalla somma algebrica della rata e della regolazione;
  • pagare il premio di autoliquidazione utilizzando il modello di pagamento unificato F24 o il modello di pagamento F24 EP (Enti Pubblici).

Violazione dell’obbligo dell’autoliquidazione Inail

La violazione dell’obbligo di comunicare all’INAIL è punita con la sanzione amministrativa di €770,00 (misura ridotta: €250,00; misura minima: €125,00), se la mancata o tardata comunicazione non determina una liquidazione del premio inferiore al dovuto (artt. 28 e 195 del dpr n. 1124/65). Le aziende artigiane senza dipendenti e assimilati, per le quali dalle basi di calcolo del premio risulta una rata anticipata 2015, comprensiva del premio artigiani e del premio dipendenti, nonché le aziende non artigiane che hanno occupato solo apprendisti nell’anno precedente, devono indicare il valore “zero” nel campo “Retribuzioni complessive” del modulo telematico da inviare all’INAIL per la dichiarazione delle retribuzioni, servizio “ALPI online”. Le aziende artigiane senza dipendenti e assimilati devono inoltre presentare la dichiarazione delle retribuzioni telematica per comunicare la volontà di pagare il premio Inail in quattro rate e per chiedere la riduzione prevista dall’art. 1, commi 780 e 781, della legge n. 296/2006. Queste aziende possono effettuare le predette comunicazioni anche attraverso i servizi dispositivi del Contact Center, disponibile sul sito www.inail.it.

Regime imponibile ai fini fiscali e contributivi per il calcolo del premio assicurativo

La base imponibile previdenziale deve essere calcolata con riferimento alla normativa fiscale relativa ai redditi di lavoro dipendente (testo unico delle imposte sui redditi dpr n.

917/1986).

Lavoratori con contratto part-time

La base imponibile per il calcolo del premio assicurativo Inail per i lavoratori con contratto part-time è la retribuzione convenzionale oraria , determinata moltiplicando la retribuzione convenzionale oraria per le ore complessive da retribuire nel periodo assicurativo.

Primo pagamento del premio di autoliquidazione Inail

Se l’attività è iniziata nel corso dell’anno precedente, il premio anticipato dovuto per l’anno in corso deve essere determinato in base alle retribuzioni presunte indicate nella denuncia di iscrizione e riportate nella sezione “rata anno 2016”, colonna “presunto”, delle basi di calcolo del premio. Comunicazione motivata di riduzione delle retribuzioni presunte , il datore di lavoro che presume di erogare per l’anno di rata 2016 un importo di retribuzioni inferiori a quello corrisposto nell’anno precedente, deve inviare all’INAIL entro il 16 febbraio 2016 la comunicazione motivata di riduzione delle retribuzioni presunte, indicando le minori retribuzioni per il calcolo della rata premio anticipata.

Pagamento in quattro rate del premio da autoliquidazione

Il premio annuale può essere pagato in quattro rate trimestrali, dandone comunicazione direttamente nella dichiarazione delle retribuzioni. Il pagamento della prima rata deve essere effettuato entro il 16 febbraio 2016 versando il 25% dell’importo  dovuto comprensivo di addizionale. Le rate successive alla prima, ognuna pari al 25% del premio annuale, devono essere versate entro il giorno 16 maggio, 22 agosto e 16 novembre 2016 maggiorate degli interessi calcolati applicando il tasso medio di interesse dei titoli di Stato per l’anno 2015. Il pagamento in quattro rate non è ammesso per il conguaglio in caso di cessazione del codice ditta.

Addizionale fondo per le vittime dell’amianto – Inail

A decorrere dall’anno 2014 l’addizionale Fondo per le vittime dell’amianto a carico delle imprese è fissata nella misura dell’1,33%, da applicare sia al premio di regolazione 2015 sia al premio di rata 2016. Nelle Basi di calcolo del premio l’obbligo di versare l’addizionale è evidenziato nell’apposito campo “Addizionale amianto L. 244/2007” con il valore “SI”.

Ecco una guida per i servizi telematici per l’autoliquidazione Inail

In www.

inail.it “servizi online” gli utenti in possesso delle relative credenziali (aziende, altri soggetti assicuranti e loro intermediari) hanno a disposizione i seguenti servizi:

  • Alpi online;
  • Invio Telematico Dichiarazione Salari;
  • Riduzione Presunto;
  • Visualizza Basi di Calcolo;
  • Richiesta Basi di Calcolo;
  • Fascicolo aziende “Comunicazioni basi di calcolo”.

ALPI online –  Inail

Il servizio permette di presentare le dichiarazioni delle retribuzioni, comunicare la volontà di pagare o meno il premio in quattro rate e presentare la domanda di riduzione dei premi artigiani. Il servizio acquisisce automaticamente dagli archivi INAIL le basi di calcolo dello specifico codice ditta e calcola il premio dovuto. Se è stato indicato di voler pagare il premio in quattro rate il servizio conteggia gli importi da pagare per ogni rata, inclusi gli interessi della seconda, terza e quarta rata. L’utente riceve per posta elettronica la ricevuta con la riproduzione della dichiarazione trasmessa.

Invio Telematico Dichiarazioni Salari Inail

Il servizio permette di presentare le dichiarazioni delle retribuzioni, comunicare la volontà di pagare o meno il premio in quattro rate e presentare la domanda di riduzione dei premi artigiani tramite i tracciati record predeterminati dall’Inail per più codici ditta. L’utente riceve per posta elettronica la ricevuta con la riproduzione delle dichiarazioni trasmesse per tutti i codici ditta indicati nei tracciati. L’indicazione di avvalersi o meno del pagamento in quattro rate è necessaria solo se per quest’anno si intende effettuare il pagamento in modo diverso dall’anno precedente.

Riduzione presunto Inail

Il servizio permette di inviare la comunicazione motivata di riduzione delle retribuzioni presunte per uno specifico codice ditta, indicando per ogni singola voce di rischio le minori retribuzioni su cui devono essere calcolati i premi anticipati dovuti per l’anno in corso (rata).

Visualizza basi di calcolo Inail

Il servizio permette di visualizzare le basi di calcolo di un determinato codice ditta. Il prospetto dei dati può essere acquisito anche in formato pdf.

Richiesta basi di calcolo Inail

Il servizio, che permette di richiedere le basi di calcolo del premio in formato elettronico anche per più codici ditta contemporaneamente, consente di riceve il relativo file sia in formato compresso zipArchive (.zip) sia in formato pdf.

Fascicolo aziende Inail “Comunicazione basi di calcolo”

Il servizio permette agli utenti di acquisire la comunicazione delle basi di calcolo in formato pdf, che in attuazione dell’art. 28, c. 3, dpr 1124/1965 sono rese disponibili agli utenti tramite pubblicazione nel Fascicolo aziende. La comunicazione è composta da un testo introduttivo nel quale sono indicati i riferimenti normativi, dalle istruzioni per la lettura delle basi di calcolo, dal riepilogo delle scadenze per la presentazione delle dichiarazioni delle retribuzioni e per il pagamento del premio nonché di eventuali contributi associativi, dalle istruzioni per la compilazione dei modelli F24 e F24 EP e dal prospetto delle basi di calcolo, nel quale sono indicati tutti gli elementi necessari per il calcolo del premio di autoliquidazione. Leggi anche: Autoliquidazione Inail: premi e scadenza rate 2016 (circolare completa) Premi Inail: riduzione al 16,61% nel 2016 sui premi

Argomenti: , , , , ,