In pensione con 52 anni di età devo aspettare 47 anni di contributi?

Quali alternative di pensionamento per un precoce con 51 anni di età e 37 anni di contributi nel 2018? Esaminiamo le possibilità di uscita.

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
pensione

Buongiorno avrei una domanda da farle

Avendo ad oggi 37 anni di  contributi e 52 anni di età. Con la nuova riforma noi che siamo precoci quando andiamo in pensione ?  a 62 anni ho 47 di  contributi
Grazie mille per il disturbo
I 62 anni di età sono obbligatori da raggiungere solo per chi deciderà di accedere alla pensione con la nuova misura che il governo ha deciso di attuare nel 2019, la quota 100 che richiede, appunto, almeno 62 anni di età unitamente ad un minimo di 38 anni di contributi.

Nonostante l’entrata in vigore della nuova misura, comunque, sarà  ancora possibile accedere al pensionamento con le misure attualmente in vigore nonostante il governo abbia definito quella che sta attuando “riforma pensioni 2019”.

Quali pensionamenti?

La pensione anticipata, quella di vecchiaia, la RITA, l’Ape volontario (solo fino al 31 dicembre 2019) la quota 41 lavoratori precoci, la pensione di vecchiaia contributiva e la pensione anticipata contributiva, quindi, resteranno in vigore anche dopo il 1 gennaio 2019.

Per lei, quindi, la possibilità di uscita più veloce è rappresentata, al momento dalla pensione anticipata con 43 anni e 3 mesi di contributi per gli uomini e 42 anni e 3 mesi di contributi per le donne.

Nel frattempo, però, visto che per raggiungere i requisiti necessari le mancano oltre 6 anni di contributi, potrebbero intervenire delle nuove misure, come ad esempio l’annunciata pensione con 41 anni di contributi per tutti indipendentemente dall’età. In questo caso, infatti, in 4 anni potrebbe raggiungere il requisito contributivo richiesto ed accedere alla pensione.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Lettere, Quesiti Pensione Anticipata, News pensioni, Pensioni anticipate