In pensione con 15 anni di contributi versati prima del 1992: ecco quando

E possibile accedere alla pensione di vecchiaia con 15 anni di contributi versati prima del 1992? Ecco come.

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
Pensione usurante la certificazione

Pensione a 66 e 7 mesi?
Mia moglie ha lavorato per oltre 15 anni in una fabbrica bticino quale operaia dal 1973 al 1989 .nata nel 1955 gli è stato comunicato che potrebbe accedere alla pensione al raggiungimento dei 66 e 7 mesi.
Se la mia pensione è di circa 30 mila euro netti annui potrà lei ricevere la pensione ? Granzie per la risposta.

 

La prima deroga Amato alla legge Fornero prevede la possibilità di accedere alla pensione di vecchiaia con 66 anni e 7 mesi di età e soli 15 anni di contributi  (780 settimane) solo se queste sono state accreditate prima del 31 dicembre 1992. Per il conteggio dei contributi sono utili tutti i tipi di contributi, siano essi obbligatori, volontari, figurativi o da riscatto, così come possono essere utilizzati anche quelli versati all’estero. Possono beneficiare della deroga i lavoratori iscritti al Fondo lavoratori dipendenti o alle gestioni speciali dei lavoratori autonomi dell’Inps. La deroga si applica anche agli iscritti ex Inpdap, ex Enpals, ex Ipost.

Se sua moglie, quindi, ha i 15 anni di contributi accreditati entro il 1992 (e così è visto che sono dal 1973 al 1989) potrà accedere alla pensione di vecchiaia con 15 anni di contributi e 66 anni e 7 mesi di età nel 2018 (Nel 2019 67 anni) indipendentemente da quella che è la sua pensione e il suo reddito poichè percepirebbe a tutti gli effetti una pensione di vecchiaia in base ai contributi versati.

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]

“Visto il sempre crescente numero di persone che ci scrivono vi chiediamo di avere pazienza per la risposta, risponderemo a tutti”

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Lettere, Quesiti età pensionabile e calcolo, News pensioni, Calcolo Pensione