Imu e Tasi 2016: Tax day il 16 giugno 2016 per 25milioni di italiani

Il 16 giugno 2016 scatta il tax day per le imposte sulla casa: termine ultimo per il pagamento di acconto di Imu e Tasi.

di , pubblicato il
Il 16 giugno 2016 scatta il tax day per le imposte sulla casa: termine ultimo per il pagamento di acconto di Imu e Tasi.

Giovedì 16 giugno appuntamento con il tax day per le imposte sulla casa: scade infatti il termine per la presentazione del pagamento dell’acconto di Imu e Tasi 2016.

Chiamati al pagamento circa 25milioni di proprietari che verseranno un totale di 10,1 miliardi di euro per l’acconto e tant’altro per il saldo di dicembre.

Uno studio dimostra che il 76% dei proprietari chiamati al pagamento delle tasse sulla casa sono anche possessori di un reddito da lavoro dipendente. Per quel che riguarda le prime abitazioni 3,5 milioni di contribuenti saranno chiamati al pagamento di Imu e Tasi sulle seconde pertinenze dell’abitazione, come cantine e garage.

Il costo medio di Imu e Tasi su una seconda casa, invece, così come fa notare il segretario confederale Guglielmo Loy è di 1070 euro con punte, che nelle grandi città, toccano anche i 2mila euro. Se si prendono in considerazione, invece, anche le prime case di lusso le punte sfiorano anche i 6mila euro.

Sulla prima abitazione, come è noto, non sono dovute più le imposte ma non sempre è così poichè per coloro “che possiedono una seconda pertinenza dell’abitazione principale della stessa categoria catastale (cantine, garage, posti auto, tettoie) per la quale l’Imu/Tasi va versata con l’aliquota che spesso è quella delle seconde case, con costi medi di 55 euro, con punte di 110 euro”.

Loy, infatti, fa notare che il 41% dei contribuenti con un reddito da pensione possiede un immobile diverso dall’abitazione principale e “non si tratta di persone propriamente benestanti – spiega Loy – dal momento che il 68% di essi (9,8 milioni di persone) dichiara un reddito al di sotto dei 26 mila euro. Con l’abolizione della Tasi sulle prime case, i quasi 20 milioni di proprietari (19.728.

834), quest’anno risparmieranno mediamente 191 euro, che salgono a 203 euro se l’immobile è ubicato nelle Città capoluogo di provincia. Questi dati emergono dal Rapporto Uil su Imu e Tasi 2016 elaborato dal Servizio Politiche Territoriali della Uil”.

Argomenti: , ,