IMU sulle parti comuni del condominio: chi deve versare l’imposta?

L’IMU è dovuta anche sulle parti condominiali dotate di autonoma rendita catastale. SI pensi ad esempio al locale destinato alla portineria. In questo caso la normativa individua espressamente il soggetto tenuto al versamento del tributo

di , pubblicato il
L’IMU è dovuta anche sulle parti condominiali dotate di autonoma rendita catastale. SI pensi ad esempio al locale destinato alla portineria. In questo caso la normativa individua espressamente il soggetto tenuto al versamento del tributo

Tra gli immobili soggetti ad IMU vi sono anche gli edifici condominiali e più in particolare i locali dell’edificio di uso comune tra i condomini cui è attribuita autonoma rendita catastale. Si pensi al locale della portineria, al locale destinato alla lavanderia; al parcheggio condominiale, ecc.

In questi casi chi deve versare l’IMU? Il singolo condomino per i propri millesimi di proprietà oppure dovrà provvedervi l’Amministratore di condominio il quale poi recupererà le somme dal condomino?

IMU condominiale: paga l’Amministratore con rivalsa

Secondo quanto previsto dall’art. 1130 del codice civile, tra l’altro, l’Amministratore di condominio è chiamato ad eseguire gli adempimenti fiscali del condominio.

In applicazione di questo sopra, dunque, l’IMU dovuta sulle parti comuni condominiali deve essere da questi versata per poi recuperare le somme dai singoli condomini in basse alle rispettive quote di millesimi di proprietà.

Per completezza ricordiamo il principio previsto per la vecchia IMU dall’art. 9, D.lgs. n. 23/2011, secondo cui le parti condominiali comuni, a cui sono attribuite anche autonome rendite catastali non possono considerarsi beni di proprietà dei singoli condomini. Tale principio non è stato modificato nemmeno con riferimento alla nuova IMU in vigore dal 1° gennaio 2020 ed introdotta dalla manovra di bilancio 2020.

Ad ogni modo l’onere di eseguire il versamento anche per la nuova IMU da parte dell’Amministratore di condominio è espressamente sancito dal comma 768 della richiamata Legge di bilancio 2020 dove si legge che “Per le parti comuni dell’edificio indicate nell’articolo 1117, numero 2), del codice civile, che sono accatastate in via autonoma, come bene comune censibile, nel caso in cui venga costituito il condominio, il versamento dell’imposta deve essere effettuato dall’amministratore del condominio per conto di tutti i condomini”.

Potrebbero anche interessarti:

Argomenti: ,