Imu, sconti sui redditi alti nel dossier del Ministero

Sconto di 629 euro per redditi oltre 120mila euro annui. Questa una delle proposte nel dossier sull'Imu messo a punto dai tecnici del Ministero e da approvare entro Ferragosto

di , pubblicato il

 Esenzione Imu totale o parziale a seconda del reddito medio del contribuente. Sconto di 629 euro per chi ha un reddito di oltre 120mila. E’ questa la proposta principale prevista nel dossier sull’Imu del ministro del’economia, Fabrizio Saccomanni, da approvare entro la settimana di Ferragosto secondo i piani del Governo.

 Riforma Imu: le proposte

La revisione della tassa Imu introdotta dal decreto salva Italia, il D.L. n. 201/11 convertito in legge n. 214 del 2011, si parla della creazione di una service tax, una tassa nata dalla fusione tra Imu e Tares, alla cancellazione totale della tassa sulla prima casa, come vorrebbero dal Pdl, ma anche dell’esenzione Imu rapportata al reddito medio del contribuente: uno sconto di 629 euro per chi ha un reddito oltre 120mila euro e di 187 euro di media se il contribuente ha un reddito fino a 10mila euro. Insomma uno sconto sull’Imu per chi ha redditi alti che ha sicuramente il sapore della beffa.

 Imu, sconti alti su redditi alti

 Una scelta quella di prevedere sconti rapportati al reddito medio del contribuente che finirebbe per contrastare con i principi di equità e uguaglianza e che finirebbe per tutelare le classi sociali piu’ facoltose.

[fumettoforumright]

Imu capannoni

 Ma non solo Imu sulle famiglie. Nel dossier messo a punto dai tecnici del Ministero si affronta anche la tematica riguardante l’Imu i capannoni, prevedendo la possibile restituzione ai comuni della riserva statale sugli immobili di categoria D, a condizione di assicurare una copertura pari a 3,9 miliardi, abolendo l’addizionale comunale Irpef e aumentando l’imposta pagata dalle persone fisiche. 

Argomenti: