Imu: sanzioni e ravvedimento

Niente sanzioni per chi ha pagato un importo Imu inferiore a quello dovuto, mentre per chi paga in ritardo scatta la sanzione piena al 30% altrimenti c'è la possibilità del ravvedimento pagando sanzioni ridotte, a patto che il Comune non contesti prima il mancato pagamento

di Redazione InvestireOggi, pubblicato il
Niente sanzioni per chi ha pagato un importo Imu inferiore a quello dovuto, mentre per chi paga in ritardo scatta la sanzione piena al 30% altrimenti c'è la possibilità del ravvedimento pagando sanzioni ridotte, a patto che il Comune non contesti prima il mancato pagamento

La scadenza del pagamento Imu è avvenuta e se vi sono le sanzioni per il ritardo, si rimedia con il ravvedimento più gli  interessi legali.

 

Niente sanzioni per importi inferiori

Ieri è scaduto il termine per pagare l’Imu. Per chi ha commesso degli errori nel determinare l’importo dovuto della prima rata, non si applicano sanzioni né interessi, poichè al momento del saldo per il 2012, al 17 dicembre prossimo, dovrà essere versata la seconda rata con conguaglio della prima.

 

Imu sanzioni e ravvedimento

Per chi non ha pagato l’imposta alla scadenza del 18 giugno, la sanzione piena che si applica è pari al 30% dell’importo non versato. Tuttavia per evitare il pagamento pieno di questa sanzione, si apre la possibilità del ravvedimento operoso, una sorta di perdono fiscale per cui è possibile sanare l’omesso o tardivo versamento pagando precisi importi delle sanzioni. In particolare può esserci: il ravvedimento entro 14 giorni, quello mensile e quello annuale. Chi paga l’Imu entro 14 giorni dalla scadenza fissata al 18 giugno scorso, pagherà una sanzione di importo pari allo 0,2% al giorno. Chi versa l’imposta in questione dal 15esimo fino al 30esimo giorno dopo la scadenza del 18 giugno, pagherà una sanzione ridotta del 3% dell’importo dovuto, mentre chi paga entro 1 anno avrà una sanzione del 3,75%.

 

Ravvedimento sprint: entro 14 giorni dalla scadenza

Sanzione dello 0,2% giornaliero

Ravvedimento breve/mensile: dal 15esimo al 30esimo giorno successivo alla scadenza

Sanzione del 3%

Ravvedimento annuale: entro 1 anno dalla scadenza

Sanzione del 3,75%

 

Imu: sanzioni F24

In riferimento alle modalità di compilazione del modello F24, nello spazio “Ravv.” di questo va barrata la casella solo se il pagamento si riferisce proprio al ravvedimento, e in tal caso va indicato come anno quello in cui si sarebbe dovuta versare l’imposta.

 

Imu sanzioni e interessi legali

Oltre alle sanzioni si ricorda che devono essere pagati anche gli interessi legali del 2,5% annuo. L’Agenzia delle entrate con la risoluzione n. 35/E del 12 aprile scorso, istituendo gli appositi codici tributo per il versamento con il modello F24 dell’Imu, ha anche precisato che in caso di ravvedimento le sanzioni e gli interessi sono versati unitamente all’imposta dovuta.

 

Imu: sanzione del 30%

Se poi è il Comune che contesta prima al contribuente  il mancato pagamento dell’Imu, in tal caso o trascorsi 12 mesi dalla scadenza fissata, si applicheranno le sanzioni piene di importo pari al 30% di quello non versato a cui vanno aggiunti gli interessi di mora fino al 5,5%.

 

 

Sullo stesso argomento ti potrebbe interessare:

Imu: versamento e sanzioni

 

 

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Tasse e Tributi, Scadenze fiscali