Imu, niente esenzione per l’immobile in comodato gratuito

Servono 37 milioni per l’esenzione dal pagamento Imu degli immobili in comodato d’uso gratuito ai parenti

di , pubblicato il
Servono 37 milioni per l’esenzione dal pagamento Imu degli immobili in comodato d’uso gratuito ai parenti

 Esenzione Imu per le case in comodato d’uso gratuito ai parenti? Difficile prevederla, visto che occorrono 37 milioni di euro, secondo le stime ufficiali fornite dal Dipartimento delle Finanze.

 Imu comodato gratuito parenti: nessuna esenzione

Per equiparare ai fini Imu le abitazioni concesse in comodato gratuito ai parenti alla prima casa e quindi stabilire anche per tali immobili l’esenzione, occorrono 37 milioni di euro all’anno. E’ stato il Dipartimento delle finanze a fornire questa cifra in risposta ad un question time alla Camera.

Imu comodato gratuito e abitazione principale

Gli immobili in comodato d’uso ai parenti  non sono più assimilati ex lege all’abitazione principale. La nozione di abitazione principale ai fini Imu, introdotta dal D.L. n. 201 del 2011, ( per abitazione  principale  si  intende  l’immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica  unità immobiliare, nel quale il possessore dimora  abitualmente  e  risiede anagraficamente), esclude dalla sospensione Imu le abitazioni concesse in comodato d’uso gratuito (esempio un padre che concede la casa al figlio). In questo caso viene meno il doppio requisito della “dimora abituale” e della “residenza anagrafica” e quindi l’immobile non può essere considerato abitazione principale.

[fumettoforumright]

Appuntamento al 16 settembre 2013

Perciò i titolari, che già hanno dovuto pagare l’acconto Imu di giugno, dovranno versare anche il saldo di dicembre, a meno di modifiche normative che però, come ha chiarito il Mef, comporterebbero un minor gettito per i comuni di circa 37 milioni di euro. Per ora quindi lunedì 16 settembre saranno chiamati a pagare l’Imu i proprietari di seconde case, immobili di pregio, abitazioni signorili, ville, castelli delle categorie A/1, A/8 e A/9 e anche immobili in comodato d’uso gratuito ai parenti.

Argomenti: