IMU e TASI: cosa accade nella Legge di Stabilità 2016?

SI stanno studiando diverse alternative per le imposte sugli immobili da inserire nella Legge di Stabilità 2016.

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
SI stanno studiando diverse alternative per le imposte sugli immobili da inserire nella Legge di Stabilità 2016.

La riforma della tassazione degli immobili, che porterà all’abolizione della Tasi sulle prime abitazioni e all’unificazione di Tasi e Imu, sarà inserita nella Legge di Stabilità 2016.     A parlarne è il sottosegretario all’Economia, Enrico Zanetti, il quale spiega che è in discussione la proposta di unificare l’imposta sugli immobili oltre alle già annunciate misure che porterebbero all’abolizione della Tasi sulla prima abitazione, dell’Imua agricola e dei macchinari imbullonati al suolo.     L’unificazione di Tasi e Imu è ancora in valutazione per tutti gli immobili diversi dall’abitazione principale, l’aliquota unica sarebbe pari all’esatta sommatoria delle due aliquote attuali. L’imposta unica, che non porterebbe un aggravio fiscale per il contribuente, si andrebbe, quindi, a sostituire alla somma delle attuali IMU e Tasi .     La volontà del Governo è quella di intervenire per ridurre la pressione fiscale del comparto immobiliare attraverso semplificazioni chiare e trasparenti.     In ballo nella prossima Legge di Stabilità, per quel che riguarda la tassazione immobiliare, anche l’abolizione Tasi sulla prima abitazione e l’eliminazione dell’IMU su tutti i terreni agricoli. Per quel che riguarda, invece, i macchinari imbullonati al suolo si sta studiando una normativa che porti ad un cambiamento del calcolo della rendita catastale degli immobili industriali che tengano conto, nelle stime, anche del suolo, delle costruzioni e degli elementi ad esse collegati, come i macchinari imbullonati.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Imu terreni

I commenti sono chiusi.