Imu e Tasi 2018, si avvicina il versamento di acconto del 18 giugno, le novità

Imu e Tasi 2018, la prossima scadenza 16 giugno capita di sabato, viene posticipata al 18 giugno, tutte le novità.

di Angelina Tortora, pubblicato il
Imu e tasi

Circa un mese dal versamento dell’acconto Imu Tasi 2018, la scadenza è 16 giugno, quest’anno slitterà al 18 giugno. Le regole sostanzialmente sono le stesse dell’anno scorso.

Imu e Tasi prima casa

Ricordiamo l’esenzione a favore delle abitazioni principali, che sono quelle della residenza anagrafica della famiglia. L’eccezione sull’abitazione principale, si rileva sulle dimore di lusso, accatastate come A1, A8 e A9, che non sono esenti e continueranno a pagare entrambe le imposte, godono comunque della detrazione fissa di euro 200.

Immobili locati

L’Imu e Tasi, rimangono in essere per tutti gli altri immobili, sia che essi siano locati che non. Ci sono delle semplificazioni e riduzioni d’imposta, tra cui l’agevolazione sugli immobili concessi in comodato a parenti entro il primo grado, con uno sconto del 50% sulla base imponibile soggetta a imposta. Questa agevolazione vale sia ai fini Imu che ai fini Tasi.

Poi uno sconto del 25% applicato direttamente sulle imposte, è riservato agli immobili affittati a canone concordato.

Aliquote e maggiorazioni deliberate dal Comune

Anche per il 2018 non ci saranno né ripercussioni né rincari. E’ espresso divieto fatto ai Comuni già nel 2016, che nell’ottica di un complessivo contenimento della pressione tributaria, il divieto di deliberare nuove maggiorazioni Imu e Tasi tra un anno e l’altro, salvo mantenere quelle già in essere per l’anno precedente.

Questo significa che non potranno esserci ulteriori aumenti di aliquote rispetto ai livelli già applicati nel 2015 ed eventualmente mantenuti nel 2016.

Leggi anche: Scadenze fiscali giugno, non solo Imu e Tasi: ecco tutte le tasse da pagare il prossimo mese

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: News Fisco, Imu, Tasi