Imu: arriva una nuova stangata a dicembre?

Amara "sorpresa" a dicembre per tutti i contribuenti: l'Imu potrebbe raddoppiare

di Redazione InvestireOggi, pubblicato il
Amara

A giugno l’aliquota Imu sulla prima casa è stata soft, ma a dicembre con la seconda rata si prospettano dolori per i contribuenti, con un raddoppio dell’importo.

 

 Il pagamento dell’Imu del 18 giugno è passato, ma sembra che il peggio deve ancora venire. Mai come quest’anno il mattone è stato oggetto delle attenzioni del governo, al fine di recuperare più entrate possibili, sanando il decifit pubblico, ma sulle spalle dei cittadini.  

 

Imu: i dati del Ministero

 Le stime di questi ultimi giorni in merito al gettito dell’Imu versata a giugno rilevano oltre 9,6 miliardi recuperati, di cui circa 5 e oltre riservati ai Comuni e i restanti 3 e qualcosa allo Stato. A fornire i dati il Ministero dell’economia che stila anche una classifica delle province con il più alto gettito di Imu. Tra queste città abbiamo il Nord in testa con  Milano, Torino, Napoli e Genova, ma il primato per la città che ha pagato di più spetta a Roma con oltre un miliardo di gettito Imu. Agli ultimi posti della classifica dell’incasso Imu troviamo le province di Vibo Valentia, Medio Campidano e Ogliastra.

 

Imu: il gettito

 Resta l’incognita aliquota Imu comunale. Qualche giorno fa il sottosegretario Vieri Ceriani sull’imposta municipale unica, soprattutto sulla prima casa, aveva in un certo senso rassicurato, prevedendo che “l’obiettivo è stato assolutamente centrato. Nonostante tutte le critiche e gli incitamenti alla rivolta fiscale alla fine quello che prevale è un grande senso di responsabilità”, e ha rassicurato Ceriani “non saranno dunque necessari ritocchi al rialzo della tassa sugli immobili: l’obiettivo di incasso dell’Imu “l’abbiamo centrato” per cui, conclude Vieri Ceriani, “le aliquote restano quelle che sono, non c’è nessuna necessità di aumento”.

 

Imu: pagamento seconda rata

A parte le belle parole rassicuranti del sottosegretario, autorevoli esperti del settore non hanno lo stesso ottimismo di Vieri Ceriani, prevedendo degli aumenti per la seconda rata Imu di dicembre, rispetto al primo pagamento del 18 giugno scorso, addirittura tra il 100 e il 130 per cento. Secondo le più rosee aspettative, chi ha pagato a giugno 100 euro, a dicembre pagherà il doppio, 200. Una stangata che finirebbe con tutta probabilità per prosciugare la tredicesima, quindi si prospetta anche questo come un magro Natale. Ciò si giustifica dal fatto che ora sono i singoli comuni a dover eseguire il saldo, sulla base delle aliquote che essi stessi stilano e la preoccupazione è che gli amministratori locali tentino di recuperare risorse, viste le recenti sforbiciate alla spesa pubblica, proprio modificando a loro favore le aliquote Imu. Contribuenti mezzi avvisati..ma non proprio salvati.

 

Sullo stesso argomento ti potrebbe interessare:

IMU, le aliquote non aumenteranno, una notizia incompleta per far tacere i contribuenti

 

Segui la discussione nel nostro forum:

Imu: stangata a dicembre?

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Tasse e Tributi