Imu 2013, quando pagare la prima rata

Quando pagare la prima rata della tassa Imu 2013 e precisazioni sulle aliquote Imu che devono adottare i comuni entro il 30 aprile. Queste le indicazioni del Dipartimento delle Finanze

di Redazione InvestireOggi, pubblicato il
Quando pagare la prima rata della tassa Imu 2013 e precisazioni sulle aliquote Imu che devono adottare i comuni entro il 30 aprile. Queste le indicazioni del Dipartimento delle Finanze

 Imu 2013. Quando scade il pagamento della prima rata, le novità in vigore da quest’anno e indicazioni sulle aliquote Imu. Sono queste le indicazioni fornite dalla risoluzione 5/D del 28 marzo del Dipartimento delle Finanze.

Risoluzione n. 5 Dipartimento Finanze

 La risoluzione n. 5 del 28 marzo 2013 del Dipartimento Finanza del Ministero dell’economica, fornisce indicazioni circa la tassa Imu, le novità introdotte alla luce della legge di stabilità 2013, la pubblicazione delle deliberazioni concernenti le aliquote Imu, di pagamento della prima rata Imu, nonché risponde a quesiti concernenti l’imposta sugli immobili nel caso di assegnazione della casa coniugale.

Novità Imu 2013

La risoluzione in oggetto ricorda in primo luogo che dal 1° gennaio 2013, la legge di stabilità per l’anno 2013 ha introdotto significative novità alla disciplina dell’imposta Imu, come la soppressione della riserva allo Stato della quota di imposta sugli immobili, la riserva allo  Stato del gettito Imu, derivante dagli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D, calcolato ad aliquota standard dello 0,76 per cento, la possibilità per i comuni di aumentare sino a 0,3 punti percentuali l’aliquota standard dello 0,76 per cento.Si preveda poi espressamente la riduzione allo 0,2 per cento dell’aliquota Imu di base  favore dei fabbricati rurali ad uso strumentale all’attività agricola.

Pagamento Imu 2013

La risoluzione del Dipartimento delle Finanze del 28 marzo scorso ha poi fornito precisazioni in ordine al pagamento Imu 2013 e la prima rata in particolare. Il versamento della prima rata Imu 2013 deve avvenire entro il 17 giugno, poiché il 16 cade di domenica. In tal caso il contribuente deve tenere conto delle aliquote pubblicate, entro il 30 aprile 2013, sul sito informatico www.finanze.it.

Aliquote Imu 2013

In caso di mancata pubblicazione entro il termine del 30 aprile, le aliquote Imu e la detrazione Imu si intendono prorogate di anno in anno. Al riguardo il Dipartimento delle Finanze precisa che, nel caso in cui, alla data del 30 aprile 2013, non risulti pubblicata alcuna deliberazione relativa al 2013, il contribuente dovrà verificare l’avvenuta  pubblicazione sullo stesso sito della deliberazione relativa al 2012. Se poi la deliberazione non risulti pubblicata neanche per l’anno 2012, il contribuente applicherà le aliquote fissate dalla legge. Si deve precisare che il comune che intende modificare per il 2013 le aliquote già applicabili per l’anno 2012, deve inviare, esclusivamente in via telematica, le nuove deliberazioni, mediante inserimento delle stesse nell’apposita sezione del Portale del federalismo fiscale, entro il 23 aprile 2013. Se invece il comune, intenda confermare le aliquote dell’anno 2012, deve accertarsi che la deliberazione relativa all’anno 2012 sia stata pubblicata sul sito e, in caso contrario inviarla con le stesse modalità, inserendola nel sito stesso nella parte relativa all’anno 2012.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Tasse e Tributi