Imprese, cartelle Equitalia sospese con crediti PA

Approvato durante la conversione in legge del decreto "Destinazione Italia" la sospensione delle cartelle esattoriali di Equitalia solo per il 2014 per le imprese che hanno crediti verso la PA

di , pubblicato il

Sospensione delle cartelle esattoriali di Equitalia per le imprese che hanno crediti certificati nei confronti della Pubblica amministrazione. E’ questa l’ultima modifica apportata al decreto legge n.145/ 2013, il cosiddetto “decreto Destinazione Italia” durante i lavori in Commissione finanze e attività produttive alla Camera.

Cartelle Equitalia imprese e debiti PA

La modifica più rilevante è quella che riguarda le imprese che hanno debiti con il Fisco da una parte, ma dall’altra vantano ancora crediti nei confronti della Pubblica amministrazione. I debiti della PA sono da sempre uno dei fattori che causa l’immobilità nella crescita e nello sviluppo economico.Tante le imprese in Italia che sono ferme proprio perchè la Pubblica amministrazione non salda i suoi debiti. Per cercare di arginare questo fenomeno è passato un emendamento al decreto legge n. 145 del 2013.

Stop cartelle Equitalia imprese: ecco quando

Tale emendamento prevede proprio la sospensione delle cartelle esattoriali di Equitalia per quelle imprese che abbiano crediti pendenti verso la PA. Una volta ottenuta la certificazione del credito, le imprese solo per l’anno in corso però, il 2014, potranno chiedere la sospensione delle cartelle esattoriali se la somma iscritta a ruolo sia inferiore o pari al credito vantato. Si rinvia comunque ad un decreto da emanarsi entro 90 giorni per la definizione dei criteri e delle modalità di individuazione degli aventi diritto nonché di trasmissione dei relativi elenchi all’agente di riscossione.

Argomenti: