Imprenditori agricoli e dichiarazione Imu, quando scatta l’obbligo di presentazione?

Coltivatori diretti e imprenditori agricoli che hanno presentato la dichiarazione Ici non devono presentare la dichiarazione Imu, sempre che non si siano verificate variazioni non conosciute al Comune

di Redazione InvestireOggi, pubblicato il
Coltivatori diretti e imprenditori agricoli che hanno presentato la dichiarazione Ici non devono presentare la dichiarazione Imu, sempre che non si siano verificate variazioni non conosciute al Comune
Dichiarazione Ici e dichiarazione Imu, c’è compatibilità anche per le imprese agricole?

Dichiarazione Imu in scadenza. Quando scatta l’obbligo di presentazione per imprenditori agricoli e coltivatori diretti?

Si avvicina la scadenza per la presentazione della dichiarazione concernente la nuova tassa sugli immobili introdotta dalla manovra salva Italia, il prossimo 4 febbraio , e le precisazioni non sono terminate. L’ultima in ordine di tempo riguarda i coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola (Iap).

Risoluzione Dipartimento Finanze n. 2/DF

Il Dipartimento delle Finanze, con la risoluzione n. 2/DF del 18 gennaio 2013 fa il punto sull’obbligo di presentazione della dichiarazione  proprio per particolari categorie di soggetti, ossia i coltivatori diretti e gli imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola (Iap).

Dichiarazione Imu e dichiarazione Ici: profili di compatibilità

Dopo aver ricordato che sono valide, in quanto compatibili, le dichiarazioni Ici già presentate, il Dipartimento delle Finanze precisa che la dichiarazione in riferimento alla tassa Imu va presentata solo quando si sono verificate delle variazioni rispetto a quanto risulta dalle dichiarazioni Ici già presentante.

Sulla base di ciò, il Dipartimento delle Finanze nella risoluzione in oggetto precisa che, se i coltivatori diretti e gli imprenditori agricoli professionali hanno già presentato la dichiarazione Ici, non devono presentare quella riguardante l’Imu, perché il Comune ha già le informazioni che gli servono, ossia il moltiplicatore e la franchigia, che magari possono essere anche diversi rispetto alla dichiarazione Ici.  Coltivatori diretti e gli imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola (Iap) devono presentare la dichiarazione Imu solo nel caso in cui sono intervenute variazioni rispetto a quanto risulta dalle dichiarazioni Ici già presentata.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Dichiarazione IMU