Imprenditore salvato dai 5 stelle ringrazia la politica che non ruba

Arrivano le prime testimonianze dei piccoli imprenditori salvati dal fondo in cui i parlamentari del Movimento 5 Stelle hanno versato i loro rimborsi restituiti

di , pubblicato il
Arrivano le prime testimonianze dei piccoli imprenditori salvati dal fondo in cui i parlamentari del Movimento 5 Stelle hanno versato i loro rimborsi restituiti

La storia di Luigi Rizzetto è di quelle che lasciano ancora speranze nella politica: l’imprenditore ha beneficiato dei rimborsi fatti dai parlamentari del Movimento 5 Stelle, i quali hanno volontariamente (come da regolamento) restituito buona parte del loro stipendio mensile e ha così salvato la sua azienda.

  E’ lui stesso a voler raccontare pubblicamente alle telecamere la sua storia che può dare speranza ad altri piccoli imprenditori in crisi ma anche agli elettori in genere, scoraggiati sulla onestà della classe politica. Luigi Rizzetto ha lanciato un video appello che è stato pubblicato in rete: la registrazione è stata fatta in occasione dell’allestimento a Treviso di un banchetto per la raccolta firme per la legge popolare che indice il referendum sull’euro. Rizzetto si è avvicinato il Portavoce al Senato Gianni Girotto riportando la sua testimonianza: “Grazie di cuore a questi politici che invece di rubare, restituiscono quello che legittimamente spetterebbe loro“. La sua piccola impresa ha sede a Cartier: grazie alla parte di stipendi restituiti dai grillini ha potuto usufruire di 20.000 euro che gli hanno permesso di “respirare” in un momento di difficoltà senza essere costretto ad indebitarsi per pagare le tasse rischiando gradualmente il fallimento. Di certo è solo una goccia in un mare di persone che avrebbero bisogno di aiuto ma quest

Argomenti: